Barcellona, i soci approvano la riforma: sì al nuovo Nou Camp

BARCELLONA NOU CAMP –  Il nuovo Nou Camp di Barcellona si farà. Questo l’esito del referendum indetto dalla società blaugrana che, nella giornata di ieri, ha portato alle urne ben 37.535 soci, fra i quali alcuni campioni del presente come Puyol, Iniesta, Pique e Xavi, che hanno votato poche ore prima di scendere in campo contro il Betis Siviglia. La vittoria del “sì” è stata schiacciante: il 72,,36% dei soci, infatti,  ha approvato il cosiddetto “Nou Espai  Barça“. Il progetto prevede la ristrutturazione del Nou Camp, che arriverà a contenere fino a 105.000 spettatori (oggi la capienza è di poco inferiore ai 100.000) e sarà coperto in ogni ordine di posto; inoltre, è prevista la ristrutturazione del museo del club, la costruzione di una nuova palestra e la creazione di un parcheggio sotterraneo.

Il costo di questa importante opera ammonta a circa  €.600.000.000,00, cifra di tutto rispetto considerata la crisi economica spagnola e i debiti del club blaugrana. Ed è proprio per questi motivi che, in campagna elettorale, alcuni soci si erano schierati dalla parte del “no”, convinti – forse non a torto – che la spesa fosse eccessiva visto l’attuale momento socio-economico. Ma tant’è. Siamo in democrazia e a vincere è stato il “sì”. Entusiasta il presidente del club, Josep Maria Bartomeu: “Oggi è stata una grande festa democratica del “Barcelonismo”.I soci hanno dimostrato di essere intelligenti e responsabili: questo evento storico verrà ricordato dalle future generazioni culés“. I lavori, una volta espletato tutto l’iter burocratico, dovrebbero partire nel 2017 e terminare – salvo ritardi – entro il 2021.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.