Psg-Reims 3-0: Mandi Mandi, due autoreti e gol di Cavani

Il 3-1 sul Chelsea è una conferma di forza utile per rituffarsi nella Ligue 1, Psg-Reims per i capitolini rappresenta un ostacolo tutt’altro che insormontabile. A complicare un po’ i piani di Blanc c’è la defezione di Ibrahimovic, infortunatosi appunto contro i Blues e fermo ai box per un lasso di tempo compreso tra le quattro e le otto settimane. Poco male perché i parigini hanno un arsenale spaventoso, 13 punti di vantaggio sulla seconda e sette gare di campionato ancora da giocare, vento in poppa verso il titolo. Ibra oggi può guardare gli altri lavorare insieme ai due gigli, Manca pure Verratti, c’è però Jeremy Menez che parte a mille all’ora, forse per ingolosire le pretendenti visto che ha il contratto in scadenza, con il passare dei minuti però si perde. Ottimo l’avvio di Lucas, che sulla destra trova costantemente spazi utili, con il passare dei minuti aumentano i problemi per Agassa e a crearli è Edinson Cavani. Senza Ibra, il peso dell’attacco è tutto sulle spalle dell’uruguayano, al quarto d’ora il portiere ospite deve fare gli straordinari per negargli il gol. Il Reims dà segnali di vita al minuto 22, Fortes dalla distanza fa la barba alla traversa. Episodio dubbio al 34esimo, Lucas mette ancora il turbo e chiede rigore per un contatto con Agassa, il signor Duhamel fa giocare. Psg-Reims sembra avviarsi all’intervallo a reti bianche, Cavani però non è d’accordo. Palla dalla destra di Pastore, l’ex Napoli brucia difensori e portiere e mette in rete da due passi.

Dopo un primo tempo praticamente dominato, il Paris Saint-Germain torna in campo con l’intenzione di non lasciare nemmeno le briciole agli avversari. Che ci mettono del loro. Tre giri d’orologio dalla ripresa delle ostilità, Moura impatta di testa il cross di Digné, palla che va sul palo e poi termina in rete per la deviazione acrobatica di Aissa Mandi. Autorete per il giovane del vivaio biancorosso e non sarà l’ultima. Ora è accademia, Cavani può permettersi pure di sprecare un ottimo suggerimento dello scatenato Lucas. Blanc mischia un po’ le carte, fuori Cavani e Lucas, Rabiot impegna ancora Agassa a un quarto d’ora dal termine. Ancora una richiesta di rigore, legittima, per fallo di Tacalfred sul neoentrato Lavezzi. Il risultato diviene più rotondo per un’altra “prodezza” di Mandi. Stavolta il difensori non ha attenuanti, tuttavia non cambia la sostanza di questo Psg-Reims. Tre a zero senza problemi, la settimana prossima i campioni fanno visita al Lione che poi ospiteranno in Coppa di Lega. Vittoria semplice quella di oggi, risultato mai in discussione. Chelsea, preoccupati.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.