Bundesliga – Vincono Schalke e Borussia: festa rimandata per il Bayern

BUNDESLIGA VENTISEIESIMA GIORNATA – Poteva essere la giornata in cui il Bayern, con ben otto turni d’anticipo, vinceva la sua seconda Bundesliga consecutiva. Ma le squadre della Ruhr, impegnate martedì in un accesissimo derby che potenzialmente potrebbe valere il secondo posto in classifica, hanno fatto il loro dovere, vincendo le rispettive partite. Di conseguenza, il Bayern non ha vinto matematicamente il titolo, ma la festa, probabilmente, è rimandata solo di pochi giorni. Lo Schalke, impegnato in casa contro il fanalino di coda Braunschweig, passa in vantaggio al diciottesimo con Goretzka, autore di un potente destro da fuori area che batte un disattento Davari. Il Braunschweig si oppone come può, ma a venticinque dal termine subisce il raddoppio dei locali, che mettono in ghiaccio la partita grazie ad un calcio di punizione di Huntelaar deviato da Boland. Nel finale, gli ospiti prima accorciano le distanze con Kessel, ma poi, al quarto minuto di recupero, subiscono la rete del definitivo 3-1 messa a segno da Szalai.

Vincono i Knappen. Vincono gli Schwarzgelben. Successo decisamente importante per il Borussia Dortmund, che espugna Hannover e, in vista del derby di martedì, mantiene un punto di vantaggio dagli odiati cugini di Gelsenkirchen. Avvio di partita decisamente  vibrante, con il Borussia vicino al vantaggio con Hoffmann (palo) e poi costretto a subire il ritorno dei padroni di casa, che impegnano  Weidenfeller in un paio di circostanze. Il match si sblocca alla fine del primo tempo grazie a Hummels che, complice la spizzata di Sokratis, batte Zieler in scivolata. Avvio di ripresa decisamente favorevole per gli ospiti, che raddoppiano dopo solo cinque minuti grazie ad una superba azione personale di Lewandowski, a segno per la quindicesima volta in questa edizione della Bundesliga. La ciliegina sulla torta, al novantunesimo, la metta a segno Reus, che scatta in posizione regolare, entra in area, supera Zieler e poi, da posizione defilata, riesce a mettere il pallone in rete.

Finisca in parità, invece, la sfida fra Wolfsburg e Augsburg, atteso scontro diretto per la “Zona-Europa League“. Nel finale di primo tempo, i bavaresi passano in vantaggio con Werner, lesto ad approfittare del scivolone di Naldo e bravo, poi, a scoccare un preciso destro dal limite dell’area che non dà scampo a Benaglio. Secondo tempo decisamente appannaggio dei padroni di casa. Ma il gol del pari giunge solo a sette minuti dal fischio finale: lungo (e preciso) traversone dalla sinistra di Rodriguez indirizzato in area di rigore, dove Olic, con un colpo di testa in bello stile, mette a segno il gol che vale un prezioso punto. Torna a sorridere lo Stoccarda, capace di conquistare l’intera posta in palio dopo nove partite (due soli punti conquistati). La squadra di Stevens, al debutto casalingo sulla panchina degli svevi, ha la meglio sull’Amburgo in un match particolarmente teso e dall’importanza capitale, come testimonia la deficitaria classifica dei due (prestigiosi) club. A decidere l’incontro, al minuto sessantanove, è stato Maxim, bravo a capitalizzare al meglio un assist del pimpante Traorè  dalla sinistra. Sconfitta pesante per l’Amburgo, che viene superato in classifica dallo Stoccarda e torna, mestamente, al terzultimo posto.

RISULTATI VENTISEIESIMA GIORNATA 

Mainz-Bayern Monaco 0-2

Hannover-Borussia Dtm 0-3

Stoccarda-Amburgo 1-0

Schalke04-Eintracht Braunschweig 3-1

Wolfsburg-Augsburg 1-1

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.