Bundesliga: Modeste fredda nel finale il Leverkusen. Eintracht animale da trasferta

Norimberga – Eintracht Francoforte 2-5

A otto gare dal termine ciò che può entusiasmare di più quest’anno in Bundesliga, dopo la lotta alla Champions, è sicuramente la sfida per non retrocedere. Sono tante le squadre ancora a rischio e ancora tanti sono i punti a disposizione. La domenica tedesca ci offre Norimberga – Eintracht Francoforte, due club che l’anno scorso hanno stupito tutti. Ebbene in una sfida così importante ci si aspetta sempre che sia la squadra di casa a condurre il gioco, magari con gli ospiti che cercano di sfruttare le ripartenze. Invece l’Eintracht ha condotto il match sin dall’inizio soffrendo pochissimo. Il primo gol lo marca Barnetta su assist di Aigner dopo una scemenza sulla fascia di Pogatetz che nel tentativo di rinviare ha regalato il pallone all’esterno tedesco. Nella ripresa lo show degli ospiti continua che dopo neanche dieci minuti di gioco si portano sul 3a0. Il raddoppio lo sigla Joselu dopo un azione meravigliosa sull’asse Barnetta – Aigner. Il terzo gol è di Madlung che mette dentro dopo lo stacco di testa di Lanig respinto da Schafer. Il Norimberga si risveglia al 64′ con il gol del suo bomber, Drmic che realizza un gol fantastico stoppando di tacco un lancio lungo dalle retrovie e scaricando un sinistro violentissimo all’incrocio dei pali. Al 71′ i padroni di casa riaprono la gara con una bomba dalla distanza di Campana. Il Francoforte però la chiude nei minuti finali. Prima con Joselu all’88’ che spinge in rete dopo la conclusione respinta da Schafer di Kadlec. Infine Kadlec chiude la gara con un gol splendido, dopo essersene andato in slalom su due avversari anticipa di punta l’uscita del portiere realizzando il 2-5 finale.

Bayer Leverkusen – Hoffenheim 2-3

Sconfitta stupida da parte del Bayer Leverkusen che dopo aver perso la scorsa settimana lo scontro contro il Bayern Monaco perde il treno per la Champions diretta e deve fare attenzione alle sue spalle con un Borussia Moenchengladbach che risale la classifica. La partita è un continuo rincorrere per i padroni di casa che al 14′ vanno sotto con il rigore segnato da Salihovic, rigore decretato dopo un presunto fallo di mano di Hilbert. Il pareggio lo firma Kiessling sul finale di tempo con uno stacco di testa perentorio che non lascia scampo a Grahl. Passa un solo minuto e per il Bayer è tutto da rifare. Volland s’inventa un gol alla Alex Del Piero e porta di nuovo in vantaggio i suoi. Al 54′ capitan Rolfes porta in parità la gara e carica i suoi alla ricerca del gol. Ma nel finale di gara in azione di contropiede Johnson mette dalla fascia un pallone basso in mezzo che Modeste devia in modo sporco ma tanto basta a beffare Leno e con lui tutta la BayArena.

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.