Super League Grecia: l’Olympiakos perde derby e imbattibilità

SUPER LEAGUE GRECIA – La 27esima di Super League greca è quella delle occasioni perdute: l’Olympiakos viene sconfitto per la prima volta in stagione perdendo così la sua straordinaria imbattibilità stagionale (tutte vinte tranne tre pareggi finora) e lo fa in maniera “spettacolare” e cioè in casa nel derby contro il Panathinaikos e allontanando (ma giusto di una-due settimane in più) la riconferma del titolo nazionale. Il Paok, da far suo, non ne approfitta di diminuire l’enorme divario coi biancorossi facendosi rimontare un doppio vantaggio a Creta, ne paga subito le conseguenze mister Stevens esonerato (clicca qui per saperne di più).

La prima delusione di una stagione (clicca qui per la cronaca), fin qua perfetta, dell’Olympiakos la impartisce la storica “nemesi” dei biancorossi, il Panathinaikos, che rifila tre gol alla difesa che ne aveva subiti solo nove nei precedenti 26 turni. Un match condizionato dal gap motivazionale tra le due squadre: il club del Pireo con la testa al ritorno di Champions’ contro il Manchester United, il “Pana” con la fame di tornare alla ribalta internazionale e che è sulla strada buona (sei vittorie negli ultimi nove turni).

Altra delusione per il Paok, fatale per mister Stevens, sollevato dall’incarico. I bianconeri (senza Athanasiadis e con Lucas e Stoch in panchina) partono forte a Creta contro il neopromosso Ergotelis andando a segno in avvio col rumeno Lazar (assist di Hoesen), soffrono la reazione giallonera (Glykos impeganto da un tuffo di testa del somalo-norvegese Ibrahim) per poi raddoppiare in avvio di ripresa con Salpingidis su assist si tacco dello stesso Lazar. Forse pensando di avere in tasca la vittoria il Paok si rilassa e viene punito: due svarioni del centrale argentino Insaurralde regalano il primo gol “greco” del siciliano scuola Inter Gaetano Monachello e il definitivo pareggio (quest’ultimo in collaborazione col compagno Kitsiou che infila nella propria porta). Merita un appunto l’allontanamento di Stevens: una mossa che pare azzardata da parte del presidente Vryzas (sì, proprio l’ex punta di Perugia e Fiorentina per chi non lo sapesse) che da il benservito ad un allenatore appena all’inizio della costruzione una squadra a sua somiglianza (vedi gli arrivi di Maduro, Martens e Hoesen) e sacrificato sull’altare dei risultati, deludenti sì ma preventivabili dopo la decisione di scegliere un tecnico straniero. Se è vero però che il club abbia già trovato l’accordo per la prossima stagione col ct della nazionale Santos, allora è stata decisione saggia troncare il progetto Stevens.

Paok che viene raggiunto al secondo posto dall’Atromitos corsaro ad Agrinio: il bomber Papadopoulos segna fortunosamente subito il vantaggio, nella ripresa pareggia per il Panetolikos il serbo Bojovic su respinta imperfetta dell’italo-tedesco Cennamo; il brasiliano Brito e ancora Papadopoulos (a quota 11 reti) regalano la vittoria esterna agli ateniesi che riprendono la loro corsa dopo il ko nell’ultima trasferta che aveva interrotto l’ottima serie di 13 risultati utili consecutivi. Vince anche, consolidando la sua zona europea, l’Asteras vittorioso sul Panthrakikos con una bella azione: tacco dello spagnolo Usero per l’argentino Carrasco che crossa a centroarea per il connazionale De Blasis (ottavo centro nel torneo).

(foto Papadopoulos dell’Atromitos)

Cambia poco nelle zone basse della classifica: vince solo lo Skoda (seconda vittoria di fila per mister Kechagias, terzo in stagione per il club biancorosso) con un netto poker sul Levadiakos con gran protagonista Esteban Solari (fratellino del Santiago ex Real e Inter) che con una doppietta sale a 13 reti nel torneo. Pareggi tra Veria e Apollon Smyrnis, Panionios e Kalloni e tra Aris e Ofi; ko del Platanias in casa contro il Giannina.

Xanthi Levadiakos 4-1 (3’ Solari, 49’ rig. Solari, 84’ rig. Marin, 86’ Soltani; 75’ Georgiou)
Veria-Apollon Smirnis 1-1(43’ Ben Nabouhane; 63’ Petropoulos)
Aris-OFI 0.0
Panetolikos-Atromitos 1-3 (56’ Bojovic; 8’ Papadopoulos, 64’ Brito, 80’ Papadopoulos)
Asteras Tripolis-Panthrakikos 1-0 (54’ De Blasis)
Ergotelis-PAOK 2-2 (71’ Monachello, 81’ aut. Kitsiou; 2’ Lazar, 47’ Salpingidis)
Panionios-Kalloni 1-1 (54’ Kolovos; 70’ Anastasiadis)
Olympiakos-Panathinaikos 0-3 (45’ Pranijc, 67’ Berg, 89’ Abeid)
Platanias-Giannina 1-2 (23’ Katai; 11’ Berios, 61’ Kolovetsios)

classifica: Olympiakos 74; Paok 55; Atromitos 55; Panathinaikos 50; Asteras 48; Giannina 35; Panthrakikos 34; Panetolikos 34; Ofi 34; Kalloni 33; Ergotelis 32; Xanthi 32; Panionios 31; Levadiakos 30; Apollon 26; Platanias 25; Veria 24; Aris 19.

About Edoardo Buganza 337 Articoli
(Ar)redattore per Tce dal marzo 2014, seguo in particolare i campionati dell'Est europeo come Polonia, Turchia e Grecia. Genovese, esterofilo, aspirante osservatore, sospirante milanista.
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.