Fernando Ricksen: Ibrox si stringe attorno all’’ex capitano dei Rangers malato di SLA

SCOZIA RANGERS FERNANDO RICKSEN. Scottish League One: Rangers-East Fife 2-0, ma per una volta ad Ibrox, casa dei gers, il risultato è passato in secondo piano. Il momento clou della giornata infatti non è stata la partita in se ma l’apparizione durante la pausa tra primo e secondo tempo di Fernando Ricksen, ex capitano del club di cui è stato giocatore per sei stagioni. Niente di strano se non fosse che all’ex difensore olandese rimanga poco da vivere: ha la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica, la stessa di Borgonovo ), gli restano 2/3 anni di vita secondo i medici che lo hanno in cura.

Fortuna Sittard, Az Alkmaar, Zenit San Pietroburgo, Olanda, ma soprattutto Rangers. Fernando Ricksen ha giocato in tre campionati differenti e indossato quattro maglie, ma se gli chiedete quale di queste ha vestito più orgogliosamente l’ex difensore con 13 presenze in nazionale non ha dubbi: Rangers (dal 2000 al 2006, 182 presenze e 13 goal, 2 Campionati, 2 Coppe di Scozia e 2 Coppe di Lega conquistate). Figlio della working class di Sittard, in Scozia ha trovato il calcio che faceva per lui, grintoso, ruvido e con tifosi speciali che spesso in lui si rispecchiavano per quella tempra da duro che aveva sul terreno di gioco. Ma non solo calcio, in Scozia Ricksen conobbe la bella vita, più simile ad una pop star che ad un calciatore, così che da una relazione occasionale scaturisse un figlio illegittimo, poi alcol ( tanto), risse ed arresti.

I tifosi scozzesi si sono stretti intorno a lui nella battaglia più difficile e dolorosa della sua vita, no surrender Fernando.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.