Atletico Madrid-Valencia 3-0, i colchoneros tengono il passo del Barcellona

Questa sera il campionato spagnolo garantiva il suo consueto spettacolo con il Big Match fra Atletico Madrid e Valencia. Il team di Madrid guidato da Simeone si presenta con la coppia offensiva composta dal capocannoniere della squadra – Diego Costa – e dall’ex Barcellona David Villa. Gli ospiti che in campionato stanno deludendo le attese, si schierano invece con un 4-2-3-1 con Canales a sostegno dell’unica punta Jonas.

La gara si apre con l’Atletico che aspetta il Valencia, gli ospiti però si limitano ad uno sterile possesso palla non trovando varchi nella retroguardia biancorossa. Il primo vero pericolo è firmato dalla squadra di casa che chiede un calcio di rigore, per un dubbio intervento in area di Ruiz sul solito Diego Costa servito da Villa in area di rigore, l’episodio manda su tutte le furie anche l’allenatore argentino dell’Atletico Madrid richiamato dal direttore di gara. Pochi minuti dopo è ancora l’attaccante brasiliano a creare scompiglio nell’area di rigore del Valencia che si salva chiudendo in calcio d’angolo. Partita molto bloccata tatticamente con il Valencia che riesce a fermare molto bene il gioco del team di Madrid. Al minuto numero 30 opportunità per la formazione ospite, riparte molto bene con il giovane Bernat che serbe Jonas, ma il cross del numero 7 finisce fra le braccia del portiere belga dell’Atletico Madrid. La partita è molto nervosa, sono molte le discussioni con il direttore di gara, e l’ultimo dei pochi sussulti dei primi 45 minuti è un’azione di Villa fermato molto bene dai due centrali del Valencia.

Nel secondo tempo la formazione di Simeone cambia spirito – merito probabilmente delle sue parole nell’intervallo – parte subito forte e sfiora la rete con la conclusione dal limite dell’area di rigore di Turan. Passano 60 secondi ed è ancora Atletico ad andare vicino al goal con lo schema su calcio da fermo che libera David VIlla alla conclusione ma la difesa riesce a fare muro. Il goal dell’Atletico è nell’aria e arriva al minuto numero 59 con l’azione di Diego Costa – servito da Godin – il brasiliano parte dalla fascia sinistra entra in area di rigore e di destro batte l’estremo difensore, non esente da colpe. Soltanto un minuto prima Diego Alves era stato graziato da Tiago, l’ex Juve non era riuscito a girare in rete un cross proveniente dalla destra. Dopo il vantaggio cambio per Simeone che inserisce Raul Garcia per Villa, è proprio il numero 8 a siglare il secondo goal della serata: grande azione sulla destra di Juanfran cross al centro rinviato male dalla formazione ospite sui piedi di Raul Garcia che di potenza batte il portiere avversario. Nel finale di gara sono molte le occassioni per i padroni di casa per ampliare il punteggio, sprecano in contropiede prima con Diego Costa e poi con Turan, ma soprautto il calcio di rigore sbagliato da Diego Costa che si fa ipnotizzare da Diego Alves; 9 minuti più tardi è però l’attaccante a prendersi la rivincita sul portiere di nuovo dagli undici metri, rete che permette al calciatore di raggiungere Cristiano Ronaldo in classifica cannonieri. Strepitoso secondo tempo e grande vittoria dell’Atletico che mantiene il passo del Barcellona e sopratutto la vetta della classifica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.