Arsenal-Southampton 2-0: i Gunners non si fermano, ma che regalo di Boruc!

PREMIER LEAGUE ARSENAL SOUTHAMPTON – Rifiutare un regalo è maleducazione, quando ne arrivano addirittura due non si può certo dire no. Senza nulla togliere all’Arsenal, protagonista di una bella gara, il Southampton ha praticamente steso un tappeto rosso dinanzi ai padroni di casa. Walcott aveva garantito che Wilshere ci sarebbe stato, promessa mantenuta, Theo si accomoda in panchina dopo due mesi di stop, si rivede anche Mertesacker reduce dal gol contro l’Inghilterra (clicca qui per la cronaca). In mezzo al campo Wilshere, che prende il posto di Flamini, dopo dieci minuti potrebbe trovare il gran gol ma il suo lob trova la traversa. Un altro legno, stavolta è Ramsey a colpirlo, ancora una grande giocata. Colpo di tacco, manca la fortuna e il palo dice no. I Gunners giocano bene, il gol è nell’aria e stavolta non ci sono i legni a salvare Boruc. Da se stesso.

Il portiere polacco riceve la sfera da Clyne e invece di liberarsene preferisce giocherellare, tenta di saltare Giroud ma il risultato è da censura. Gunners avanti, con merito, ma non vogliamo sapere cosa abbiano detto i compagni all’estremo difensore nell’intervallo. Il suo collega, Szczesny, fino alla mezz’ra rimane inoperoso. I Saints ci provano, Lallana e Rodriguez vengono fermati dal portiere. Pure in avvio di secondo tempo gli ospiti provano a fare qualcosa, poi torna l’Arsenal e al 52 Ozil testa i riflessi di Boruc. Szczesny ancora sicuro al 74esimo sul tentativo di Osvaldo, poi ancora un pasticcio nell’area del Soton. Jose Fonte trattiene Mertesacker: è rigore. Olivier Giroud trasforma e chiude il match a cinque minuti dal fischio finale (clicca qui per gli highlights). Una bella conferma per l’Arsenal e per il bomber francese, questa gara non cancella quanto fatto di buono fino ad ora dai Saints, che restano comunque in terza posizione. Un campiona d’alta classifica però richiede maggiore attenzione, soprattutto al cospetto dei primi della classe. Un consiglio per Boruc: i dribbling lasciali a chi è del mestiere.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.