Eredivisie: Twente corsaro a Leeuwarden, vittoria pesante per il Breda. Tifosi del Roda in rivolta, per il Nec è notte fonda

Cambuur-Twente 0-1  –  A Leeuwarden va in scena l’anticipo tra i padroni di casa del Cambuur e il Twente che apre un nuovo lungo week-end di Eredivisie. I Gialloblù, reduci dalla sconfitta di Heerenveen, stanno disputando un ottimo avvio di campionato dimostrandosi un osso duro anche per i Tukkers. Gli uomini di Jansen, infatti, si impongono per una rete a zero al termine di un match molto tirato e combattuto. La capolista trova la rete decisiva ad inizio ripresa con Luc Castaignos che, servito in profondità da Promes, dopo un dialogo nello stretto con Gutiérrez, trafigge d’esterno destro l’estremo difensore avversario Nienhuis. I Tukkers colgono tre punti preziosissimi su un campo difficile e conquistano la vetta solitaria in attesa di Psv ed Heerenveen. I padroni di casa si sono dimostrati ancora una volta un osso duro e continuando a giocare potranno archiviare senza patemi la pratica salvezza anche con discreto anticipo.

 

Den Haag-Heerenveen  – La partita in programma nel tardo pomeriggio di sabato tra il Den Haag, reduce dalla vittoria casalinga ottenuta mercoledì scorso contro il Vitesse nel recupero della sesta giornata, e la squadra guidata da van Basten è stata rinviata dalla KNVB (La Reale Federazione Calcistica dei Paesi Bassi ndr) per le pessime condizioni del terreno di gioco del Kyocera Stadion che avrebbero potuto mettere a rischio l’incolumità dei giocatori in campo.

 

Go Ahead Eagles-Nec 4-3  –  All’Adelaarshorst di Deventer va in scena la partita più avvincente del sabato di Eredivisie, la sfida tra i padroni di casa del Go Ahead Eagles e il Nec di Nimega. Una girandola di emozioni al termine della quale i giallorossi si sono aggiudicati tre punti preziosissimi in chiave salvezza, soprattutto perché conquistati contro una diretta concorrente. I padroni di casa intendevano riscattare la pesantissima sconfitta patita all’Amsterdam ArenA. Il divario tecnico con l’Ajax era evidente ma a nessuno piace subire una sconfitta dai contorni tennistici. Gli ospiti erano alla ricerca disperata di punti utili per abbandonare l’ultimo posto in classifica. Il primo tempo è stato dominato dai giallorossi che, coi gol del centrocampista turco Türüç e delle ali Houtkoop e Antonia, erano andati al riposo col risultato già in ghiaccio. Nell’intervallo però gli ospiti si ripresentano in campo con un piglio diverso dando vita ad un forcing offensivo che mette alle corde i padroni di casa, rientrati in campo con un po’ di sufficienza. Gli uomini di Janssen trovano il pareggio con le reti dei subentrari Higdon al 72’ e Koolwijk al 87’intervallate dalla rete della punta austriaca Jantscher al 76’. A decidere la partita è un altro subentrato, l’iraniano Jahanbakhsh che, ad un minuto dal novantesimo, beffa il proprio portiere con una sfortunata autorete. Il Go Ahead Eagles centra una vittoria importantissima, mentre il Nec non vede la luce alla fine del tunnel e certamente dovrà intervenire nel mercato di riparazione per sistemare una difesa tecnicamente inadeguata.

 

Roda-Zwolle 0-0  –  Il risultato finale non deve indurre ad immaginare la sfida tra Roda e Zwolle come una gara noiosa e povera di emozioni. Al Parkstad Limburg Stadion di Kerkrade i giallo neri padroni di casa cercavano una vittoria importante per portarsi nelle zone nobili della classifica, mentre gli ospiti miravano ai tre punti per confermare il ruolo di sorpresa di questo avvio di stagione. Al 23’ il direttore di gara Higler concede un penalty agli ospiti spedendo anzitempo sotto la doccia l’ex Ajax Bonevacia ed ammonendo per proteste un Kali infuriato. Il marocchino Achenteh falliva però il tiro dagli undici metri. A fine primo tempo Brood sostituiva la punta ungherse Nemeth col centrocampista Luijckx ridisegnando così l’assetto della propria squadra e  rinunciando di fatto all’attaccante più pericoloso della rosa a sua disposizione. Quando Higler al 88’ ha deciso di espellere Demouge lasciando in 9 i padroni di casa la gara è stata interrotta a causa delle furiose intemperanze di alcuni tifosi giallo neri. Il Roda recrimina per discutibili decisioni arbitrali, mentre agli ospiti rimane l’amaro in bocca per una vittoria che manca dalla quarta giornata di campionato e che oggi, giocando in superiorità numerica per 70’, era alla portata degli uomini di Jans.

 

Breda-Heracles 2-1  –  Al Rat Verlegh Stadion di Breda si disputava una partita tra due squadre di metà classifica  a caccia di punti importanti per raggiungere posizioni che garantiscono maggiore tranquillità. I padroni di casa sono riusciti a dare continuità agli otto punti conquistati nelle quattro precedenti gare di campionato centrando 3 punti preziosissimi. Primo tempo povero di emozioni e ripresa vivace e frizzante: così si può sintetizzare la gara tra due squadre che nella seconda frazione hanno provato a superarsi a vicenda. Come detto, sono stati gli uomini di Gudelj a spuntarla grazie alle reti siglate da Poepon al 49’ e dal subentrato Perica a 7’ dalla fine. Inutile dunque il momentaneo pareggio di Bruns al 51’. Nonostante la sconfitta, gli ospiti non hanno nulla rimproverarsi.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.