Villarreal-Granada 3-0, Cani ispira il facile successo del sottomarino giallo

Bruno Cani Villarreal

VILLARREAL GRANADA. Netta vittoria del Villarreal nell’anticipo dell’ottava giornata della Liga. Il “sottomarino giallo” si butta alle spalle la prima sconfitta stagionale, quella patita domenica scorsa a Siviglia contro il Betis, e schianta un Granada molto al di sotto, soprattutto in fase difensiva, rispetto agli standard mostrati in quest’inizio di stagione. Tre a zero il finale a favore degli uomini di Marcelino, che sconta la prima delle due giornate di squalifica, che si rilanciano in classifica al terzo posto, scavalcando temporaneamente il Real Madrid.

Marcelino sceglie Pereira al fianco di Giovani dos Santos, Perbet è ancora in panchina; sulla sinistra c’è l’ex Chievo Jokic al posto dell’infortunato Jaume Costa. Alcaraz, dal proprio canto, rinuncia a Riki e sceglie Yebda per uno schieramento più difensivo. Partita a senso unico, anche se i primi venti minuti sono giocati sotto ritmo da entrambe le formazioni. Il Villarreal carbura e comincia a creare parecchi pericoli: al 23′ Jonathan Pereira non arriva di un soffio sul perfetto assist di Mario, dopo un minuto è Aquino a sprecare l’apertura perfetta di Cani – ancora una volta migliore in campo – sparando alto. Il vantaggio è nell’aria e arriva alla mezz’ora: Cani si accentra e suggerisce capitan Soriano che, dal limite, fulmina Roberto. Il Granada è inesistente e rischia di subire il raddoppio già prima dell’intervallo: Mario calcia a lato dopo aver saltato con facilità Angulo, Pereira chiude un contropiede con una pericolosa conclusione deviata in corner da Roberto. L’unico squillo degli andalusi arriva da Ighalo che supera bene Musacchio ma trova un grande Asenjo.

La partita è chiusa ad inizio ripresa: dopo cinque minuti Cani lancia in profondità Pereira, il cross della piccola punta è arpionato in spaccata da Giovani dos Santos che sigla il quarto gol stagionale. Diakhaté e tutta la difesa del Granada inguardabili. Il Villarreal alza il piede dall’acceleratore, gli ospiti provano timidamente a farsi sotto ma Buonanotte non è in serata e l’ingresso di Riki non dà la scossa. Quasi logico il 3-0 che arriva nel finale, firmato di testa dal positivo Pina su assist – manco a dirlo – di Cani. Risultato giustissimo, il sottomarino giallo è ancora lì, nelle zone altissime della classifica.

About Alfonso Alfano 1757 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.