Liga: pareggio tra Betis Siviglia e Deportivo La Coruna

Speranze d’Europa contro lotta per evitare la retrocessione, è questo l’intreccio principale della sfida in programma allo stadio Villamarin di Siviglia, tra il Betis e il Deportivo La Coruna. Padroni di casa che devono riscattarsi dopo la sconfitta di Madrid, partita nella quale i bianco verdi avevano anche assaporato la possibilità di portare via un punto prezioso dal Bernabeu; assente Paulao al suo posto al centro della difesa viene preferito Perquis a  Mario, mentre torna titolare come esterno sinistro Nacho, uno dei migliori in questa stagione, al quale lascia il posto Alex Martinex. Il Deportivo vuol confermare il suo ottimo momento di forma nel quale ha conquistato 13 punti nelle ultime 5 partite; rientra dopo l’infortunio di due settimane fa Aguilar al posto di Alex Bergantinos.

Partenza sprint per gli ospiti che passano già al settimo: giocata personale di Riki, che ricevuta palla da Bruno Gama, metteva a sedere Nacho e sparava un gran bolide sul quale niente poteva Adrian, siglando la sua tredicesima rete in questo campionato; passano due minuti e ancora Riki ha la palla buona per il raddoppio, stavolta però il portiere di casa riesce a respingere. Si deve aspettare il 12° per vedere il Betis pericoloso in area avversaria, ma il tiro di Benat da dentro l’area è finito sul fondo.  E’ comunque il Deportivo che fa la gara e il duello Riki-Adrian si ripete al 17°, ma il colpo di testa dell’attaccante spagnolo su perfetto cross di Dominguez viene parato da Adrian. Continua a concedere troppi spazi la difesa del Betis e Pizzi, l’attaccante nel giro della nazionale portoghese, calcia da fuori facendosi parare il tiro. Al 26° rimette la testa fuori il Betis con l’attaccante costaricano Campbell  che ha una buona occasione in area ospite, ma non riesce a centrare la porta, e pochi minuti dopo ancora lui colpisce di testa un buon traversone di Molina, ma non riesce a dare troppa forza e la palla si spenge tra le mani del portiere. A dieci dal termine del primo tempo è Molina che fallisce il gol del 1-1: in area solo davanti ad Aranzubia non riesce a fare meglio che sparare centrale in bocca al portiere. Il finale è di nuovo tutto degli ospiti che però prima con Silvio e poi ancora con lo scatenato Riki, non riescono a concretizzare quanto fatto di buono in fase di preparazione. Si va al riposo col vantaggio meritato degli ospiti che dimostrano di attraversare un ottimo stato di forma.

Inizia la ripresa con un cambio nelle file dei padroni di casa: esce uno spento Vadillo, non bene il giovane spagnolo oggi, per dare il posto al colombiano Pabon, rinato dal suo arrivo a gennaio a Siviglia dopo l’inizio di stagione con poche soddisfazioni nel Parma. La sostituzione si mostra subito azzeccata, perché la prima occasione della ripresa capita proprio sui suoi piedi, al termine di una discesa in fascia sinistra; e nell’azione successiva è Molina a pareggiare, concludendo in rete un’azione personale.  Undicesima rete stagionale per lui che dopo aver segnato domenica scorsa su rigore al Bernabeu si ripete questa sera. Al 58° è ancora Molina, ottima la sua partita, che di testa manda alto di pochissimo con Aranzubia che probabilmente poco avrebbe potuto se la palla fosse stata indirizzata nello specchio della porta. La partita ha cambiato completamente volto rispetto al primo tempo,con il Betis che adesso comanda l’incontro e al 66° Benat calcia una punizione da fuori area che esce di pochi centimetri. Da sottolineare la prestazione di Benat, per noi il migliore in campo, pericoloso in fase di conclusione e prezioso recuperatore di palloni a centrocampo.  A dodici minuti dalla fine è il Deportivo, con Pizzi, che sfiora il vantaggio su punizione, ma il tocco preciso dell’attaccante spagnolo viene deviato in corner da Adrian. Dopo tre minuti il Betis si mangia il gol vittoria con Ruben Castro, ma l’attaccante spagnolo dal centro dell’area ha mandato a lato il destro potente. E’ questa l’ultima grande occasione, poco o niente succede nei minuti finali. Con questo pareggio, risultato giustissimo per quello che si è visto nei novanta minuti, si muove la classifica di entrambe le squadre: il Betis stacca di tre punti il Rayo Vallecano, prima diretta avversaria per l’ultimo posto valido per l’Europa League, mentre il Deportivo continua la rincorsa verso la salvezza, quasi insperata fino a un mese fa, portandosi al quart’ultimo posto da solo staccando il Celta. Se finisse oggi il Depo sarebbe salvo. Tutte e due le squadre tornano in campo domenica prossima: il Betis nella proibitiva trasferta di Barcellona, il Deportivo La Coruna in casa contro il tranquillo Atletico Madrid.

FORMAZIONI:

REAL BETIS (4-4-2): Adrian; Javi Chica, Perquis (55° Mario), Antonio Amaya, Nacho; Campbell (65° Juan Carlos), Canas, Benat, Alvaro Vadillo (46° Pabon); Ruben Castro, Jorge Molina

DEPORTIVO LA CORUNA (4-2-3-1): Aranzubia; Manuel Pablo, Aythami, Kakà, Silvio; Aguilar, Juan Dominguez; Bruno Gama, Valeron (78° Nelson Oliveira), Pizzi( 92° Camunas); Riki (82° Ze Castro)

RETI: 7° Riki (0-1); 49° Jorge Molina (1-1)

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.