Barcellona-PSG 1-1: Messi crea, Pedro realizza. Francesi fuori tra i rimpianti

BARCELLONA-PSG 1-1, CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS

Mezz’ora di Messi batte un’ora di Paris Saint-Germain. Si potrebbe riassumere così il return-match del Camp Nou, tra i blaugrana e la squadra di Ancelotti. Una delle migliori prestazioni stagionali dei parigini non è stata sufficiente per annullare l’effetto-Messi, entrato al 62′, ma comunque decisivo nel passaggio del turno dei catalani.

 

Fino al suo ingresso in campo, infatti, il Barcellona era apparso poco lucido e privo di idee, contro un avversario ben disposto in campo e sempre pronto a colpire ogniqualvolta si fosse presentata un’occasione propizia. L’ultima mezz’ora, però, ha cambiato l’esito della doppia sfida più attesa dei quarti e, chissà, forse anche dell’intera Champions League dei blaugrana che ora si ritrovano a 180 minuti da quello stadio di Wembley già teatro di due grandi trionfi nel recente passato.

 

Pur privo di Messi, il Barcellona partiva con il piede giusto e una punizione di Xavi al primo minuto dava subito l’illusione del goal, uscendo a fil di palo. Il PSG, però, non stava a guardare e appariva addirittura molto più propositivo rispetto alla gara di andata. Se Ibrahimovic trovava poco spazio sotto porta, preferendo agire nelle vesti di rifinitore, Lavezzi e Lucas ingaggiavano un duello personale con Valdés, decisivo in ben quattro occasioni nel corso della prima parte. La difesa catalana apapriva a tratti imbarazzante e gli errori si susseguivano, benchè gli ospiti non sapessero approfittarne a pieno.

Si andava così’ negli spogliatoi con uno 0-0 che stava stretto ai francesi. Nella ripresa, però, il Paris Saint-Germain sbloccava subito il risultato con Pastore, terminale offensivo di un perfetto contropiede, che scavalcava Valdés in uscita. Calava il gelo sul Camp Nou, ma a riscaldare l’impianto catalano era l’ingresso di Messi, buttato nella mischia dodici minuti dopo la rete dello svantaggio. I primi palloni toccati dal Pallone d’Oro cambiavano subito l’inerzia della partita e al 65′ Sirigu era miracoloso su Iniesta. Al 71′, un’altra iniziativa dell’argentino, trovava Villa in area, l’attaccante spagnolo appoggiava a Pedro che dal limite non lasciava scampo al portiere sardo, trafiggendolo con un perfetto diagonale.

 

La rete catalana colpiva anche nel morale il Paris Saint-Germain, incapace di organizzare una reazione. Il possesso palla aumentava veritiginosamente a favore dei catalani che all’87’ sfioravano il raddoppio con un’inarrestabile Iniesta. I minuti finali erano un confuso assalto degli ospiti alla porta di Valdés, tuttavia non succedeva pià nulla ed il Barcellona, ringraziando il solito Messi, celebrava la sesta qualificazione consecutiva alle semifinali della massima competizione europea.

 

Barcellona – Paris Saint-Germain 1 – 1 (50′ Pastore, 71′ Pedro).

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.