Juventus-Bayern Monaco, Heynckes: “Abbiamo atteso i bianconeri, nel secondo tempo siamo cresciuti”

Dopo Juventus-Bayern Monaco, Jupp Heynckes si presenta ai microfoni dei cronisti e ha molti motivi per essere felice: “Abbiamo raggiunto la semifinale contro una squadra davvero di altissimo livello. Credo e sono convinto che i miei giocatori si siano diverti moltissimo in questo stadio, perché è stato un bellissimo teatro, davvero molto divertente. Anche l’atmosfera è stata positiva anche per noi. All’inizio abbiamo aspettato un po’ la Juventus, che nei primi 20-25 minuti ha fatto davvero un grande pressing. Proprio in questi primi 20-25 minuti abbiamo perso molte palle e non abbiamo avuto una bellissima organizzazione difensiva a livello tattico. Poi, poco a poco, abbiamo comunque controllato il gioco e la partita intera. Nel secondo tempo finalmente siamo riusciti a ed esprimere il nostro gioco, abbiamo mostrato la nostra classe e abbiamo imposto il nostro gioco alla Juventus. Da sabato siamo campioni di Germania, abbiamo vinto lo Scudetto alla 28esima giornata”.

Un Bayern già campione di Germania, ma non con la pancia piena: “Voglio congratularmi e fare sentiti complimenti a tutti i miei giocatori, alla mia squadra, perchè non è così facile come sembra giocare quattro giorni dopo una partita così importante. Quindi molti complimenti ai miei giocatori”. Juventus più tonica nei primi 45 minuti, diverso il discorso nella ripresa e molto dipende dall’atteggiamento bavarese: “Di sicuro nella pausa tra il primo e il secondo tempo ho corretto alcune cose da un punto di vista tattico, perché se avessimo continuato a giocare come nei primi 20 minuti – afferma il tecnico – certamente forse non avremmo vinto. Devo dire che ho cambiato qualcosa dal punto di vista dell’organizzazione, della tattica e ho fatto alcune piccole correzioni sul campo. Nel secondo tempo sicuramente abbiamo giocato meglio, ma voglio fare i miei più sentiti complimenti a Manuel Neuer che si è dimostrato un grande portiere in più di un’occasione”.

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.