Bastia-Monaco 1-3: Ferreira-Carrasco (1 goal e 2 assist) spegne l’entusiasmo corso

Monaco atletico madrid

BASTIA MONACO. Un’atmosfera bollente, centinaia di bandiere corse e l’atteggiamento ostile di alcuni tifosi di casa, che lanciavano oggetti ad ogni corner per gli avversari, non fermano il Monaco, capace di espugnare Furiani, uno stadio storicamente ostico per i colori biancorossi, per il secondo anno consecutivo. Si è trattata di una vittoria meritata per un Monaco in emergenza, alla luce delle assenze di Kurzawa, Moutinho, Toulalan e Berbatov, contro un Bastia (privo di Brandao, Cioni e Cahuzac) ha retto finchè i biancorossi non hanno aggiustato la mira sottoporta.

La coreografia a sfondo indipendentista dei padroni di casa non intimoriva affatto gli ospiti che partivano bene: al 4′ prima palla goal con Ferreira-Carrasco e un minuto dopo il belga pescava Germain in area ed il tiro dell’attaccante monegasco si infilava alle spalle di Areola, portando in vantaggio il Monaco.

Monegaschi ancora pericolosi al 13′ con Traoré che veniva anticipato al momento del tiro. Il Bastia limitava progressivamente i biancorossi e al 21′ pareggiava con un colpo di testa di Maboulou, su corss di Kamano, sfuggito ad un disattento Echiejlie. Fino alla mezz’ora, i padroni di casa tenevano bene il campo, poi era nuovamente il Monaco a collezionare una serie di palle-goal, sprecate malamente. Nel finale di tempo, Traoré andava vicino al primo goal in maglia monegasca, ma Palmieri salvava sulla linea, forse con l’aiuto del braccio.

Il ritmo in avvio di ripresa era più basso. La prima occasione portava la firma di Ayité, un bel tiro bloccato da Subasic. Dalla parte opposta, ci provava Kondogbia con un gran botta dalla distanza con Areola pronto a respingere. L’estremo difensore corso si superava al 61′ su Traoré e veniva graziato al 65′ da un diagonale del neo-entrato Martial.

La pressione del Monaco non diminuiva e finalmente, al 78′, la squadra di Jardim trovava il vantaggio grazia ad un colpo di testa di Kondogbia che deviava in rete una punizione di Ferreira-Carrasco. Dopo due assist, l’esterno belga lasciava il timbro personale sei minuti più tardi ribadendo in rete una respinta di Areola al termine di un contropiede nato da un errore di Palmieri. Il terzo goal tagliava le gambe ai corsi che non avevano più la forza di impensierire il Monaco che saliva momentaneamente a due punti dal podio della Ligue 1.

 

Bastia-Monaco 1-3 (5′ Germain, 21′ Maboulou, 78′ Kondogbia, 84′ Ferreira-Carrasco)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.