La Premier è del City. In Spagna è ancora tutto aperto

Tutti i campionati europei si avviano alle battute conclusive e iniziano a giungere i primi verdetti. Dopo l’Inter e il Bayern Monaco, anche il Manchester City riesce a laurearsi campione con diverse giornate di anticipo e da ora in poi gli uomini di Guardiola potranno concentrarsi solo ed esclusivamente sulla finale di Champions che i Citizens disputeranno contro il Chelsea. In Spagna, invece, è ancora tutto aperto e con tre giornate ancora da disputare ancora è tutto da decidere.

Il City torna campione dopo il successo del Liverpool

 

A distanza di due anni dall’ultima volta, il Manchester City di Pep Guardiola torna a vincere la Premier League portandosi a casa il terzo titolo nazionale della gestione del tecnico spagnolo. Mentre l’anno scorso ad avere la meglio furono i Reds del Liverpool, che misero fine a una maledizione durata 30 anni, quest’anno il campionato è stato a senso unico e l’unica squadra a impensierire realmente i Citizens è stata il Manchester United che, comunque, attualmente si trova a 10 punti di distanza dalla capolista. Troppo forte la squadra di Guardiola, troppo concreta e troppo meglio organizzata rispetto a tutte le rivali che, vuoi per un motivo, vuoi per un altro, non sono mai riuscite a trovare la continuità di risultati sperata. La sensazione è che se solo Thomas Tuchel avesse preso prima il posto di Lampard, il Chelsea oggi vivrebbe un’altra situazione di classifica, ma i Blues potranno comunque dire la loro nella finale di Champions che verrà giocata il prossimo 29 maggio, evento su cui saranno disponibili anche le scommesse live e in cui la sensazione è che City e Chelsea se la giocheranno alla pari.

Spagna: Barcellona, Atlético e Real continuano a balbettare

L’unico grande campionato europeo in cui tutto è ancora da decidere è LaLiga, dove Barcellona, Atlético di Madrid e Real Madrid continuano a viaggiare a corrente alternata facendo a gara a chi commetterà più errori da qui al termine della stagione. Dopo il pareggio per 3-3 conquistato sul campo del Levante, il Barça rischia seriamente di pregiudicare la corsa al titolo che ora vede come favorita l’Atlético del Cholo Simeone, con quattro lunghezze di vantaggio sui catalani e due in più sui cugini del Real Madrid. L’impressione di molti è che la squadra di Simeone meriti il titolo nonostante alcuni preoccupanti passaggi a vuoto avvenuti negli ultimi mesi, ma con rivali come Barcellona e Real nulla può essere dato per scontato. Proprio il Real Madrid cerca disperatamente di salvare una stagione altalenante che ha visto i madrileni eliminati dalla Champions League nella doppia sfida contro il Chelsea valevole per le semifinali della competizione.

Staremo a vedere cosa accadrà nelle ultime giornate di questa stagione del calcio europeo, ma i segnali che ci giungono dalle Coppe Europee ci raccontano che la Premier League si conferma il miglior campionato al mondo. C’è la concreta possibilità che la Champions League e l’Europa League vengano vinte da due inglesi, con buona pace degli altri campionati che invece continuano a vivere un periodo poco positivo.

About Alfonso Alfano 1752 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.