Giappone, il Kashima Antlers vince la Coppa dell’Imperatore e si regala uno storico double

Dopo la terribile seconda parte di stagione, nessuno avrebbe puntato un solo euro sulla vittoria del Kashima Antlers su tutto quello che c’era da vincere. Ed invece, dopo aver vinto la Meiji Yasuda J1 League, gli uomini di Masatada Ishii hanno vinto anche la novantaseiesima edizione della Coppa dell’Imperatore, battendo il Kawasaki Frontale per 2-1, nella finale andata in scena questa mattina alle ore 6:00 italiane (le ore 14:00 giapponesi), con la partita conclusasi soltanto ai tempi supplementari.

La partita è stata giocata a viso aperto da entrambe le squadre, con il Kawasaki Frontale deciso più che mai a vendicare la sconfitta subita in J-League che gli ha impedito di vincere il primo campionato della sua storia. A sbloccare la partita, però, sono i padroni di casa, che si portano in vantaggio al minuto 42: da calcio d’angolo, arriva il colpo di testa perfetto di Yamamoto, marcatore a sorpresa di questa finale, sul quale nulla può Jung, nonostante il grande balzo. Il primo tempo, si chiude, quindi, con il vantaggio del Kashima, bravo a venire fuori nel momento di maggior pressione.

La ripresa continua sui ritmi del primo tempo, con il Kawasaki sempre più aggressivo. Questa volta la pressione della formazione allenata da Kazama è vincente ed al 54′ arriva il meritato pareggio: Miyoshi cerca e trova Kobayashi, bravo a rubare il tempo a Hwang Seok-ho, che da distanza ravvicinata fredda Sogahata con tiro basso e preciso all’angolino sinistro. Grazie al pareggio, la partita esplode definitivamente ed iniziano ad arrivare grosse occasioni, mancate nella prima parte. con Doi da una parte e con Okubo dall’altra. Sul finire della ripresa arriva il cambio che cambierà la storia del match: all’88’ Ogasawaraoggi sottotono, lascia il posto al brasiliano Fabricio Messias.

Al 4′ del primo tempo supplementare è proprio Messias a portare in vantaggio i suoi al termine di un’azione molto fortunosa, con il pallone lanciato avanti e toccato prima da Shoji, poi da Suzuki per Nishi, fermato in area di rigore da un intervento scomposto. L’arbitro fa bene a lasciar correre, poiché sull’anticipo arriva il brasiliano che tira una bomba sotto l’incrocio. Il resto dei tempi supplementari non porta ad altre vere e proprio occasioni, soprattutto a causa della stanchezza delle due squadre, davvero provate dalla lunga battaglia. Il Kashima, infatti, rimane ben attento per evitare il pareggio, per concludere quanto prima una stagione davvero stellare. Al fischio finale, la gioia sulla panchina rossoblu è incontenibile, con Ishii che si emoziona per essere il primo allenatore giapponese a portare il Kashima a vincere ben due titoli nello stesso anno, senza dimenticare la grande partita disputata contro il Real Madrid nella finale del Mondiale per club. Finale di stagione amarissimo, invece, per il Kawasaki, punito da due sciocche disattenzioni, sia in campionato che in coppa e che conclude la stagione senza nessun trofeo, ma soltanto con grandissimo rammarico.

TABELLINO DELLA GARA

Kashima Antlers 2-1 Kawasaki Frontale (d.t.s) 42′ Yamamoto (KA), 54′ Kobayashi (KF), 94′ F. Messias (KA)

Kashima Antlers (4-4-2); Sogahata; Nishi, Ueda, Shoji, Yamamoto (dal 46′ Hwang Seok-Ho); Nagaki, Ogasawara (dall’88’ F. Messias), Endo, Shibasaki; Doi, Akasaki (dal 67′ Suzuki); All. Masatada Ishii

Kawasaki Frontale (4-4-2); Jung; Kurumaya, Eduardo, Taniguchi, Tasaka (dal 98′ Moriya); Noborizato (dal 46′ Miyoshi), Elsinho, Nakamura, Oshima (dal 105′ Morimoto): Okubo, Kobayashi; All. Yahiro Kazama

MVP: F. Messias (KA)

Stadio: Suita City Football Stadium

Spettatori: 34.166

 

 

About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.