Giappone, Coppa dell’Imperatore, quarti di finale: il Kashima vuole anche la coppa e stende l’Hiroshima. Partita pazzesca tra Omiya e Shonan!

elsinho kawasaki

Si sono disputati questa mattina alle ore 5:00 e alle ore 8:00 italiane (le 13:00 e le 16:00 giapponesi), i quarti di finale della novantaseiesima edizione della Coppa dell’Imperatore, giunta quindi alle sue battute conclusive.

Dopo aver vinto il campionato, il Kashima Antlers non si sente per nulla sazio e dopo aver sfiorato l’impresa contro il Real Madrid al Mondiale per club, ha battuto il Sanfrecce Hiroshima per 1-0. La partita è stata molto tirata e giocata a viso aperto da entrambe le squadre, poiché entrambe puntavano a vincere il trofeo. Il primo tempo vive una fase di perfetto equilibrio, con le due squadre che si studiano senza farsi male, almeno per quel che riguarda la fase offensiva. Molti, invece, sono i falli, che costano le ammonizioni per Kashiwa del Sanfrecce e per Akasaki del Kashima, schierato a sorpresa al posto di Kanazaki, non in perfette condizioni alla vigilia, non venendo neanche convocato. Nella ripresa è il Kashima a partire meglio e a trovare il gol del vantaggio, proprio con Akasaki al minuto 57, che da posizione defilatassima batte Hayashi. Sarà proprio il suo a rivelarsi il gol decisivo, con il Sanfrecce Hiroshima che tenta in tutti i modi di riagguantare il pareggio, sprecando alcune occasioni. Alla fine il match terminerà 1-0, mandando il Kashima in semifinale, tutto sommato meritatamente

Ad affrontare il Kashima, sarà lo Yokohama F. Marinos che batte il Gamba Osaka per 2-1 solo al minuto 96. La partita vive le sue fasi migliori nel secondo tempo, dopo un primo tempo giocato a ritmi abbastanza blandi, dove non sono mancate comunque le occasioni. A sbloccare la partita ci pensa lo storico bomber dello Yokohama, Saito, che finalmente riesce a battere Fujigaya al minuo 63. A riaccendere le speranze del Gamba Boy ci pensa il difensore della nazione giapponese Yasuyuki Konno, schierato oggi nel ruolo di centrocampista centrale, al minuto 87. Speranze che vengono spente sulla linea del traguardo da Amano, che al 96′ mette in rete un gol pesantissimo, che manda in visibilio il Nissan Stadium

Al NACK5 Stadium accade veramente di tutto tra Omiya Ardija e un sorprendente Shonan Bellamare, squadra appena retrocessa, ma che riesce a portare la partita ai supplementari contro un avversario che ha disputato uno dei suoi migliori campionati. Proprio la maggiore esperienza e consapevolezza dei propri mezzi, permette ai Risu (リス ovvero Scoiattoli) di portarsi avanti grazie al gol di Izumisawa alla mezz’ora. Ad inizio ripresa, lo Shonan rimane in dieci per l’espulsione per doppio giallo di Narawa, facendo pensare ad una svolta della gara a favore dell’Omiya. La svolta, in effetti, c’è ma è incredibilmente per lo Shonan che pareggia il match con Shunsuke Kikuchi subentrato all’altro Kikuchi, Daisuke. La partita va ai supplementari ed è ancora lo Shonan ad andare in gol, portandosi in vantaggio con il gol Fujita. Sembra ormai fatta per lo Shonan, ma nel secondo tempo supplementare, la partita cambia ancora, con l’Omiya che trova nuovo orgoglio e forze e ribalta la gara in dieci minuti, grazie alla doppietta del terzo Kikuchi della partita, Kosuke, al 111′ ed al 118′. Stranamente, però, nessuno dei tre è legato a livello familiare, ma si tratta solo di un buffo caso di omonimia. A chiudere una partita ormai conclusa è Oya, segnando il gol del definitivo 4-2 a tempo scaduto.

Chiude la vittoria del Kawasaki Frontale, uscito vittorioso sul difficile campo del Tokyo per 2-1. All’Ajinomoto Stadium il Kawasaki si porta in meno di mezz’ora sul doppio vantaggio, con le reti di Okubo Elsinho (nella foto), disputando un primo tempo perfetto. Il secondo tempo è più equilibrato, con occasioni da ambo le parti. Tuttavia, il Tokyo riesce a riaprire il match quando ormai è troppo tardi, siglando in pieno recupero l’1-2 con Hirayama. In semifinale ci va quindi il Kawasaki, dove è atteso da una grande sfida contro l’Omiya Ardija.

Le semifinali si giocheranno il 29 Dicembre alle ore 5:00 e alle ore 7:00 italiane (ore 13:00 ed ore 15:00 giapponesi)

RISULTATI QUARTI DI FINALE – Coppa dell’Imperatore

Kashima Antlers 1-0 Sanfrecce Hiroshima 57′ Akasaki

Yokohama F. Marinos 2-1 Gamba Osaka 63′ Saito (Y), 87′ Konno (G), 90’+6 Amano (Y)

Omiya Ardija 4-2 Shonan Bellamare (d.t.s.) 32′ Izumisawa (O), 70′ S. Kikuchi (S), 93′ Fujita (S), 111′, 118′ K. Kikuchi (O), 120′ Oya (O)

FC Tokyo 1-2 Kawasaki Frontale 20′ Okubo (K), 28′ Elsinho (K), 90’+1 Hirayama (T)

PROGRAMMA SEMIFINALI (29 Dicembre 2016)

Yokohama F. Marinos – Kashima Antlers (Yanmar Stadium Nagai, ore 13:00 locali – ore 5:00 italiane)

Omiya Ardija – Kawasaki Frontale (Nissan Stadium, ore 15:00 locali – ore 8:00 italiane)

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

4 Commenti su Giappone, Coppa dell’Imperatore, quarti di finale: il Kashima vuole anche la coppa e stende l’Hiroshima. Partita pazzesca tra Omiya e Shonan!

  1. Dovesse vincere la coppa il Khasima o il Kawasaki, che sono già alla Asian Champions League 2017, chi va alla manifestazione continentale? La quarta della J League?

  2. L’anno scorso, infatti, la vinse il Gamba Osaka che arrivò terzo ed era quindi già qualificato. Si aggiunse quindi il Tokyo, eliminato proprio dai campioni sudcoreani dello Jeonbuk

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.