La Primera si riapre: cade il “Pincha”, il Newell’s vince e va a -2. Il Boca batte il “Ciclón”, Drussi rianima il River Plate

maxi rodriguez newell's

La Primera è riaperta. Nell’undicesima giornata del campionato argentino, cade la capolista Estudiantes, battuta 3-2 dal Banfield di Falcioni. Un risultato a sorpresa che di fatto riaccende la sfida per la vittoria finale, e che consente alle inseguitrici (Newell’s Boca Juniors in primis) di tornare vicino alla vetta, e di mettere pressione agli uomini di Nelson Vivas.

Al “Florencio Sola” parte bene il “Pincha” che al minuto 20 trova il gol del vantaggio con Lucas Rodriguez sul cross dalla destra di Viatri. Ci mette però 5 minuti il Banfield a pareggiare i conti, con il “Tanque” Santiago Silva, che realizza dal dischetto il rigore procurato da Bertolo. Al minuto 37 il “Taladro” si porta in vantaggio con Mauricio Sperduti, che rifinisce un’azione partita ancora da Bertolo ed  impreziosita dal velo del “magoErviti. Sul finale di primo tempo la squadra diretta da Julio Cesar Falcioni buca per la terza volta Andujar, stavolta con Erviti che conclude nel migliore dei modi il contropiede orchestrato dal duo SperdutiRemedi. Nel secondo tempo i bianco-rossi trovano il gol del 3-2 con Lucas Viatri che approfitta della spizzata di Shunke sugli sviluppi di un calcio d’angolo, anche se la rete risulterà utile solo per le statistiche.

Estudiantes che ora sente il “fiato sul collo” de “La Lepra“. I rosso-neri rosarini trovano una vittoria fondamentale a Santa Fe contro il Colon continuano la loro striscia positiva, portandosi a ridosso della capolista. Ad aprire le marcature ci ha pensato il difensore centrale ospite Prediger al minuto 23, sugli sviluppi di un corner battuto da Maxi Rodriguez. Al minuto 37 pareggia il “Sabalero” con Ismael Blanco, che trasforma con successo il rigore da lui stesso procurato per fallo di Paz. La squadra di Osella, come già accaduto nel “Clasico” di Rosario, si porta a casa i 3 punti nei minuti finali, con la firma del solito Maxi “la fieraRodriguez, che batte Broun su assist di Scocco.

Continua la sua ricorsa al primo posto anche il Boca Juniors, che nel big match di giornata, espugna il “Nuevo Gasometro“, battendo per 2 a 1 il San Lorenzo, e si porta a -4 dall’ Estudiantes. La squadra di Barros Schelotto passa in vantaggio al 21′ con Benedetto, bravo a finalizzare l’assist dello scatenato Tevez, arrivando così a quota 7 centri in campionato, e trova il raddoppio cinque minuti più tardi con Walter Bou. A nulla serve il goal in pieno recupero a fine primo tempo dell’ex Genoa Belluschi. Gli “Xeinezes” trovano così il decimo risultato utile consecutivo, in attesa di un altro big match, la prossima settimana, contro il Racing Club.

La “Academia” arriverà alla “Bombonera” a -1 dai giallo-blu e con il morale alle stelle dopo il secco 3 a 0 inflitto all’Independiente, in piena crisi di gioco e risultati. In una delle gare più sentite d’Argentina, nel derby dei fratelli Milito, i bianco-azzurri di Zielinski dominano per tutto l’arco dei novanta minuti, e grazie alla doppietta di Lisandro Lopez ed il goal di Gustavo Bou, salgono a quota 21 in classifica, rimanendo attaccata alle primissime della classe.

Chi si rialza dopo la battuta d’arresto di settimana scorsa è il River Plate di Marcelo Gallardo, che al “Monumental” batte per 1 a 0 l’Huracan, grazie all’ottava rete in campionato del capocannoniere Driussi. A quota 19 punti, insieme ai “Millonarios“, sale il Lanus, reduce da un ottimo momento di forma, che batte in trasferta per 3 a 1 il Temperley, Dopo essere andati sotto in avvio (rigore di Colzera), i granata si scatenano grazie a Velazquez (19′), Acosta(27′) e al penalty di Sand (44′).

Secondo pareggio consecutivo per il Rosario Central che viene bloccato in casa dall’ Olimpo, anche se Coudet ha messo in campo una formazione imbottita di seconde linee per via della partita con il Belgrano in Copa Argentina:  al vantaggio rosarino di Camacho, risponde per gli ospiti Victor Lopez.

All’ “Evan Peron” di Junín pareggio divertente tra Sarmiento e Godoy Cruz: gli ospiti passano in vantaggio con Nicolas Sanchez, poi arriva il pareggio del “Verde” con Cosaro e il sorpasso con Leandro Diaz. Il rigore di Santiago Garcia per gli ospiti fissa il punteggio sul 2-2.

Nelle altre partite di giornata, nessun problema per il Tigre che liquida 3-0 il Quilmes. A segno Carlos Luna, Castro e Gonzalez. Si impone con lo stesso risultato, nel posticipo del Lunedì, l’Atletico Rafaela sul San Martin, grazie alle reti di Gudino, Itabel e Albertengo. Vince in grasfeta per 2 a 1 il Patronato sul campo del Defensa y Justicia, mentre terminano a reti inviolate le sfide tra Talleres e Arsenal Sarandi, tra Atletico Tucuman e Belgrano, e tra Aldosivi Velez Sarsfield (fa notizia il secondo risultato utile consecutivo per il “Fortín“). Pareggiano (1-1) anche Gimnasia La Plata e Union Santa Fe.

Risultati 11esima giornata Primera Division Argentina

risultati-argentina

Classifica Primera Division Argentina

classifica-argentina

About Federico Solimando 26 Articoli
Studente e studioso, giornalista per passione, amante incondizionato del calcio estero, in particolare quello sudamericano, nello specifico quello argentino ("Millonarios"da sempre!) Buddista della corrente "Nichireniana", sono un appassionato della filosofia orientale, in particolare di quella giapponese. Una frase da ricordare sempre: "Nessuna notte è così lunga da impedire al sole di risorgere"

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.