Premier League, pazzesco Swansea da 3-4 a 5-4 nel recupero! Aguero salva il City, Liverpool ok

llorente

In attesa dell’atteso derby di Londra tra Chelsea e Tottenham, la Premier League ha vissuto un pomeriggio davvero intenso, con gol ed emozioni a grappoli. I riflettori erano puntati ovviamente sulle immediate inseguitrici dei “blues” di Antonio Conte, Manchester City e Liverpool. Entrambe hanno vinto con un pizzico di sofferenza, entrambe non falliscono contro Burnley e Sunderland.

Aveva aperto a ora di pranzo il City al Turf Moor, contro il Burnley: l’undici di Guardiola va sotto al 14′ col gran destro al volo di Marney, bravo a sfruttare la respinta corta di Otamendi, prima dell’intervallo arriva la zampata sotto misura di Aguero su azione d’angolo. Nella ripresa gli ospiti provano ad accelerare ma ci vuole l’incredibile svarione di Mee e Ward, che si ostacolano goffamente nel tentativo di rinviare, a regalare il gol della vittoria: sulla palla vagante si avventa Fernandinho, il cui cross basso trova ancora una volta pronto il Kun che, con questa doppietta, agguanta Diego Costa in vetta alla classifica cannonieri con 10 reti. Un paio d’ore dopo è arrivata la risposta del Liverpool: i “reds” infilano l’11esimo risultato utile in campionato (8 vittorie e 3 pareggi, l’ultimo k.o. è quello proprio col Burnley del 20 agosto scorso), ad Anfield a cadere è il Sunderland. 2-0 il finale a favore degli uomini di Klopp che dominano in lungo e in largo, sprecano almeno 4 buonissime palle gol (quelle di Lovren e Emre Can le più nitide) ma passano solo al 75′ con un colpo di biliardo di Origi, da posizione quasi impossibile. In pieno recupero Mané si procura il rigore che Milner trasforma alla perfezione. Il successo, però, porta con sé anche una pessima notizia: alla mezz’ora si è infortunato Coutinho, si teme un grave infortunio alla caviglia per il brasiliano. Nei prossimi giorni se ne saprà di più.

aguero

Chi ormai non è più nei piani alti è il Leicester di Claudio Ranieri che, col Middlesbrough, riesce a strappare un 2-2 grazie a due rigori, il secondo al 94′, ma per la prima volta fa i conti anche coi fischi del proprio pubblico. Le “foxes” vanno sotto in apertura, Negredo gira di prima in rete il cross basso dalla sinistra dell’ex Bologna Ramirez, poco dopo la mezz’ora è Mahrez a pareggiare dal dischetto, rigore assegnato per un fallo di mano di Chambers. A venti dalla fine, Boro di nuovo in vantaggio: il lancio di Forshaw trova incredibilmente scoperta la difesa di casa, è ancora il “tiburon” Negredo a beffare Zieler con un preciso esterno sinistro. Ci vuole un’iniziativa personale addirittura di Morgan, al 93′, per conquistare il secondo rigore del pomeriggio, stavolta trasformato da Slimani. Per il Leicester è il secondo punto conquistato nelle ultime 4 uscite di Premier, la zona retrocessione è distante solo 2 punti: qualcuno comincia a temere che il sogno possa presto trasformarsi in incubo.

In coda si registra il punto guadagnato dall’Hull City in casa col West Bromwich (McAuley, di testa, porta in vantaggio gli ospiti, Dawson, con una bella girata al volo, pareggia nella ripresa) e, soprattutto, l’incredibile vittoria dello Swansea sul Crystal Palace. I gallesi vanno sotto subito, è Zaha a sfruttare la sponda di Benteke, ma Sigurdsson – con una perfetta punizione – pareggia poco prima dell’intervallo. Al 65′ entra Llorente sull’1-1, lo spagnolo risulterà decisivo. Prima però, succede di tutto: Leroy Fer sigla una doppietta, al 66′ e al 68′ con due gol praticamente identici, entrambi da calcio piazzato. Il Crystal Palace reagisce e, addirittura, ribalta il punteggio nel giro di nove minuti, dal 75′ all’84’: Tomkins, un’autorete di Cork e Benteke lanciano i londinesi che, però, crollano nel recupero. Llorente, al 91′ e al 93′, ribalta nuovamente il punteggio con due zampate sotto misura degne del miglior Inzaghi. E’ la seconda vittoria stagionale per gli “swans”, la prima con Bradley in panchina, che abbandonano l’ultimo posto e tornano in corsa per la salvezza. Il Palace, dal suo canto, rimedia la settima sconfitta di fila: Pardew ai saluti?

Premier League, risultati 13esima giornata

Burnley-Manchester City 1-2: 14′ Marney (B), 37′ e 60′ Aguero
Hull City-West Bromwich 1-1: 34′ McAuley (W), 72′ Dawson
Leicester-Middlesbrough 2-2: 13′ e 71′ Negredo (M), 34′ Mahrez (rig), 94′ Slimani (rig)
Liverpool-Sunderland 2-0: 75′ Origi, 91′ Milner (rig)
Swansea-Crystal Palace 5-4: 19′ Zaha (C), 36′ Sigurdsson, 66′ e 68′ Fer, 75′ Tomkins (C), 82′ aut.Cork (C), 84′ Benteke (C), 91′ e 93′ Llorente
Chelsea-Tottenham 2-1: 11′ Eriksen (T), 45′ Pedro, 51′ Moses
Watford-Stoke City, domani ore 13.00
Arsenal-Bournemouth, domani ore 15.15
Manchester United-West Ham, domani ore 17.30
Southampton-Everton, domani ore 17.30

Classifica Premier League

classifica-premier-league

About Alfonso Alfano 1755 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.