Giappone, semifinale play-off: ok il Kashima Antlers, Kanazaki spegne i sogni del Kawasaki Frontale

kashima antlers

Si è giocata alle 6:00 di questa mattina (ore 14:00 giapponesi), la semifinale play-off della Meiji Yasuda J1 League, che ha visto la vittoria del Kashima Antlers sul Kawasaki Frontale per 1-0

Al Kawasaki Todoroki Stadium partono benissimo gli ospiti, prendendo subito il possesso del campo, guadagnandosi due calci d’angolo consecutivi nei primi tre minuti. L’uomo più pericoloso del Kashima è, senza ombra di dubbio, Kanazaki, che impegna seriamente Jung con tiri particolarmente insidiosi, salvando i suoi a più riprese. Il primo colpo di scena di questa semifinale, è l’infortunio di Hasegawa al minuto 21, con la punta che è costretta ad abbandonare il campo per problemi muscolari. Al suo posto entrerà Nakamura, rivelandosi fondamentale, specie nella ripresa, per accendere il gioco dei nerazzurri

La seconda parte del primo tempo diventa molto più fallosa e l’arbitro Murakami è costretto a ricorrere ai cartellini prima che la partita possa prendere una brutta piega, ammonendo prima Hwang Seok-Ho del Kashima, poi Neto del Kawasaki. La formazione di Kazama, però, proprio non riesce a tirare in porta e chiude il primo tempo senza aver mai impensierito il portiere ospite, Sogahata.

L’inizio della ripresa è identico e preciso a quello del primo tempo, ma stavolta, anziché guadagnare calci d’angolo, il Kashima riesce a trovare il meritato vantaggio al minuto 50. Dalla sinistra Yamamoto mette in mezzo uno splendido pallone che Kanazaki appoggia splendidamente in rete, battendo Jung. Il gol sveglia finalmente il Kawasaki, che si porta al tiro con Elsinho, ma il terzino spara alto.

Al 59′ occasionissima per il Kawasaki: dopo essere stato servito da Miyoshi, Nakamura scatena il panico nell’area avversaria, calciando poi di potenza all’angolino sinistro, ma il suo tiro va fuori di pochissimo . Qualche minuto dopo, sempre su punizione di Nakamura, Okubo devia con il tacco e per poco non trova uno splendido gol, ma Sogahata gli strozza l’urlo in gola.

Il Kashima continua a difendersi con ordine per tutta la seconda parte della ripresa, subendo in questa fase pochissimo. Kazama prova anche a mescolare le carte, decidendo di tentare il tutto per tutto, facendo entrare anche Morimoto. I nerazzurri si rendono ancora pericolosi negli ultimi cinque minuti, prima con un tiro di Sato a botta sicura, deviato dalla difesa, poi con un pallone vagante in area di rigore, non raggiunto da Okubo per un niente. L’unica occasione degli ospiti nella ripresa è nel finale, con Kanazaki che tira da centrocampo, approfittando di un’ uscita a vuoto di Jung, ma il suo tiro viene salvato sulla linea da Taniguchi, che di testa mette fuori.

Negli ultimi istanti di partita, lo stesso Taniguchi mette alto di testa, sprecando l’ultima occasione per la sua squadra. Sul rinvio di Sogahata, Murakami fischia la fine, scatenando la festa del Kashima. Per il Kawasaki, invece, si spegne il sogno di poter finalmente vincere il campionato. Ad attendere il Kashima in finale il prossimo 29 Novembre alle ore 11:25 italiane (ore 19:25 giapponesu), ci saranno gli Urawa Red Diamonds, con il Kashima Stadium che sarà davvero una bolgia, dove i padroni di casa cercheranno di ottenere un risultato positivo in vista del ritorno al Saitama Stadium il 3 Dicembre.

TABELLINO DELLA GARA 

Kawasaki Frontale 0-1 Kashima Antlers 50′ Kanazaki

Kawasaki Frontale (4-4-2); Jung; Elsinho, Taniguchi, Eduardo, Kurumaya; Itakura (dal 77′ Morimoto), Neto, Tasaka (dal 67′ Noborizato), Miyoshi; Okubo, Hasegawa (dal 21′ Nakamura)

Kashima Antlers (4-4-2); Sogahata; Yamamoto, Shoji, Hwang Seok-Ho, Nishi; Messias (dal 75′ Misao), Endo (dall’88’ Akasaki), Ogasawara (dal 90’+1 Ueda), Nagaki; Doi, Kanazaki

Arbitro: Nobutsugu Murakami (Tokyo)

Ammoniti: Hwang Seok-Ho (KA), Neto (KF), Nishi (KA), Eduardo (KF)

Stadio: Kawasaki Todoroki Stadium

Spettatori: 24.209

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.