Estudiantes senza rivali: Newell’s e “Ciclón” pareggiano, River e Independiente non ne approfittano. Vittoria e terzo posto per il Boca Juniors

newell's rodriguez

Senza alcun rivale. Per ora. La strada verso il titolo di campione d’Argentina per l’Estudiantes sembra sempre più segnata. Il “Pincha” vince per 2 a 1 con il Racing Club, e approfittando del pareggio nel big match dell’ottava giornata tra Newell’s e San Lorenzo, oltre all’altro mezzo passo falso del River Plate, bloccato sul 2 a 2 sul campo dell’Arsenal Sarandi, scappano via sul “più 5” in classifica, sancendo di fatto un solco profondo tra i rosso-blu e le dirette concorrenti alla vittoria finale.

Al “Ciudad de La Plata”, partono forte gli ospiti che si portano in vantaggio intorno alla mezz’ora con “el huevo” Acuna, al suo quinto gol in campionato, con un tiro su punizione deviato dalla barriera che non lascia scampo al secondo di Andujar, Losada. E’ immediata però la reazione del “Pincha”, che al minuto 33 trova il gol del pareggio su rigore, per un fallo di mano di Insua in area di rigore, con Lucas Viatri che non sbaglia dal dischetto e realizza il suo secondo gol in stagione. Sul finale di primo tempo è il Racing ad andare vicino al gol in due occasioni con Oscar Romero che calcia dal limite con il pallone che colpisce l’esterno della rete e successivamente con una punizione calciata da Bou. Nella ripresa i padroni di casa sprecano un’occasione clamorosa con Lucas Rodriguez che 2 volte a tu per tu con Orion non riesce a punirlo al minuto 57. Gli ultimi 20 minuti sono un costante assedio della squadra guidata da Vivas, che riesce a trovare il gol del vantaggio con Toledo che sfrutta al meglio il cross dalla sinistra del cileno classe 97 Jeison Vargas, bravo a rubare il pallone a Gaston Diaz e a rimetterlo subito in mezzo per la definizione del compagno. Estudiantes che con questa vittoria si porta ad 8 risultati utili consecutivi in altrettante partite, e consolida sempre più il suo primato.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01D9AIAEA”]

La sua prima inseguitrice, il Newell’s Old Boys, non va oltre il pareggio interno contro il “Ciclón”. Al “Marcelo Bielsa”, è un susseguirsi di botta e risposta, con i padroni di casa che partono forte e passano in vantaggio con Mauro Formica, subiscono pochi minuti dopo il pareggio di una vecchia conoscenza del calcio “nostrano”, Gonzalo “El Lavandina” Bergessio, trovano nuovamente il vantaggio allo scadere della prima frazione con Maxi Rodriguez, ma a pochi minuti dal termine della partita, subiscono la rete del definitivo 2 a 2 del cileno Paulo Diaz.

Non ne approfitta il River di Gallardo. Il pareggio contro il modestissimo Arsenal, è condizionato dalla espulsione del “Chico” Montiel, sceso in campo per la prima volta in questo campionato. Fino a quel momento, i “Millionarios” conducevano la gara in tranquillità con due gol di vantaggio (reti di Driussi, capocannoniere di Primera con 7 centri, e del Pity Martinez), ma dopo l’inferiorità numerica, subiscono notevolmente il ritorno degli avversari, che riescono a riequilibrare il match con l’uno-due di Boghossian e Bottinelli nel giro di cinque minuti a metà ripresa.

Bianco-rossi raggiunti a quota 15 dal Boca Juniors di Schelotto. Gli “Xeneizes” liquidano il Temperley con un pokerissimo e con un super Tevez, finalmente decisivo. Nonostante le polemiche sulla terza rete (autogol ospite di Aguirre) , i giallo-blu archiviano la pratica già al 10′ con due goal siglati da Gino Peruzzi e Pavon, che hanno castigato da subito l’atteggiamento spregiudicato degli ospiti. Il match lo chiude Walter Bou nella ripresa, in una gara che ha comunque offerto pochissimi spunti tattici o tecnici.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B0022U5VJG”]

Chi non riesce a fare il definitivo salto di qualità è l’ Independiente di Gabi Milito, che non va oltre lo 0 a 0 interno contro il Gimnasia La Plata. Per il “rojo un risultato negativo, visto che questo match poteva e doveva segnare il cambio di marcia per la squadra di Avellaneda.

La classifica si accorcia ulteriormente grazie alle vittorie del Colon (netto 2 a 0 in casa dell’Atletico Rafaela, con reti di Conti e Sandoval), che si rialza dopo due ko consecutivi, e del Godoy Cruz, che batte con un netto 3 a 1 l’ Aldosivi, con una fantastica tripletta dell’ecuadoriano Ayovì.

Altro mezzo passo falso per il Lanus, che non riesce a sbloccarsi definitivamente. Nonostante l’ottima prestazione fornita dai ragazzi di Almiron, i “Granate” non vanno oltre l’ 1 a 1 interno con il Tigre di Troglio.

Chi invece sta passando un ottimo momento di forma sono il Patronato (ottimo 2 a 0 inflitto al Banfield, con le reti di Quiroga e Telechea), e il Tallares Córdoba, che sconfigge senza particolari problemi un Velez Sarsfield ormai in crisi nera, grazie ai goal di Menendez e di Ramis in pieno recupero.

Nelle altre partite di giornata, fanno festa l’Union Santa Fè (nel posticipo del Lunedì, vince per 1 a 0 sul Sarmiento Junin) e l’Olimpo, che si impone per 2 a 1 contro l’Atletico Tucumán. Pareggi invece per il Rosario Central (1 a 1 sul campo dell’Huracan), per il Belgrano (0 a 0 in casa contro il Quilmes) e per il San Martin, con il medesimo risultato sul campo del Defensa y Justicia.

Questi i risultati dell’ottava giornata di Primera Division:

Union Santa Fe – Sarmiento Junin 1 – 0
Soldano

Defensa y Justicia – San Martin S.J. 0 – 0

Arsenal Sarandi – River Plate 2 – 2
Driussi, Martínez G. (R), Boghossian, Botticelli (A)

Atl. Rafaela – Colon 0 – 2
Conti, Sandoval

Newells Old Boys – San Lorenzo 2 – 2
Formica, Rodriguez (N), Bergessio, Díaz (S)

Godoy Cruz – Aldosivi 3 – 1
3 Ayovì (G), Penco (A)

Lanus – Tigre 1 – 1
Rig. Luna (T), Sand (L)

Estudiantes – Racing Club 2 – 1
Acuna (R), Viatri, Toledo (E)

Huracan – Rosario Central 1 – 1
Passetto (H), Colman (R)

Independiente – Gimnasia L.P. 0 – 0

Belgrano – Quilmes 0 – 0

Boca Juniors – Temperley 4 – 0
Peruzzi, Pavon, Aut. Aguirre, Bou

Velez Sarsfield – Talleres Cordoba 0 – 2
Menendez J., Ramis

Patronato – Banfield 2 – 0
Quiroga, Telechea

Olimpo – Atl. Tucuman 2 – 1
Mansilla, Coniglio (O), Menendez C. (A)

classifica-argentina

About Federico Solimando 26 Articoli
Studente e studioso, giornalista per passione, amante incondizionato del calcio estero, in particolare quello sudamericano, nello specifico quello argentino ("Millonarios"da sempre!) Buddista della corrente "Nichireniana", sono un appassionato della filosofia orientale, in particolare di quella giapponese. Una frase da ricordare sempre: "Nessuna notte è così lunga da impedire al sole di risorgere"

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.