Turchia, Muslera superstar: il Galatasaray fa sua la Supercoppa

galatasaray

Avvio relativamente sorprendente in Turchia, dove il Galatasaray, nell’incandescente sfida contro il Besiktas, ha conquistato la Supercoppa turca, la quindicesima – considerando anche la precedente denominazione del torneo in “President Cup” – nella storia del glorioso club turco. Per il Besiktas, vincitore lo scorso anno della Superlig, la Supercoppa sta diventando una specie di piccolo tabù: su diciannove partecipazioni, la squadra bianconera ha perso ben undici volte, le ultime tre consecutivamente (2007,2009, 2016).

Una vittoria, quella del Galatasaray, maturata al termine di un match particolarmente teso, come tradizione impone negli scontri fra  Leoni e  Aquile Nere, risolto solo alla lotteria dei rigori: dagli undici metri, il Galatasaray è stato infallibile (tre tiri, tre reti), mentre il Besiktas non è riuscito nemmeno una volta a depositare la sfera in fondo al sacco. La palma di “man of match” spetta a Muslera, che ha neutralizzato ben due dei tre rigori calciati dai Campioni di Turchia ed è stato portato in trionfo dai propri compagni di squadra al termine dell’incontro.

Una partita spigolosa, chiusasi sullo 0-0 alla fine dei tempi regolamentari ma non per questo priva di occasioni da goal e grande verve agonistica. L’equilibrio l’ha fatta da padrone, con entrambe la compagini vicine al goal in diverse circostanze, anche se le più nitide, a conti fatti, le ha avute il Besiktas. Per assistere al primo goal si è dovuto attendere il 100°: Sneijder crossa magistralmente in mezzo all’area di rigore in direzione di Balta, che stacca perentoriamente di testa e porta in vantaggio il Galatasaray. Gioia effimera, però, per gli uomini di Riekerink, raggiunti sull’1-1 sette minuti più tardi a causa di un autogol di Chedjou, che devia nella propria porta un cross teso dalla sinistra di Quaresma.

Nel finale dell’extra-time, il Besiktas reclama, invano, un calcio di rigore, che l’arbitro non concede suscitando la reazione stizzita dei tifosi della Aquile Nere presenti sugli spalti. Poi, l’epilogo: Hinan, Balta e Cigerci  si dimostrano infallibili dal dischetto, mentre Özyakup, Tosun e Hutchison falliscono clamorosamente e consegnano la Supercoppa nella mani del Galatasaray.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.