Portogallo, Benfica e Sporting rispondono al Porto; Joao Mario sugli scudi

portogallo

A poco più di un mese dalla conquista dell’Europeo, in Portogallo è tempo, nuovamente, di Superliga, apertasi venerdì sera con la convincente affermazione del Porto, che mercoledì sfiderà la Roma nel preliminare di Champions League, sul campo del Rio Ave. Ai Dragoni hanno risposto “presente” Benfica e Sporting Lisbona, squadre capitoline che, come da tradizione, contenderanno lo scettro di regina del Portogallo alla squadra di Nuno Espirito Santo.

Non è stata una passeggiata di salute, però, per i Campioni del Portogallo. Il Benfica, infatti, ha sofferto più del dovuto sul campo del Tondela, mostrando una condizione fisica approssimativa e concedendo diverse palle-gol alla squadra locale. Dopo un avvio di partita equilibrato, le Aguias sbloccano il match al 40° con Lopez, che – in posizione di sospetto fuorigioco – stacca di testa e concretizza un calcio piazzato magistralmente eseguito da Pizzi. La squadra di Rui Vitoria, ringalluzzita dal goal realizzato, spinge alla ricerca del raddoppio, ma rischia in più di una circostanza di essere agguantata sul pari e ringrazia Julio Cesar per un miracoloso intervento “salva-risultato” di piede. Solo nel finale, grazie ad una marcatura di André Horta giunta al termine di un ottimo spunto personale dello stesso, il Benfica mette al sicuro i tre punti.

Partenza positiva anche per lo Sporting Lisbona di Jorge Jesus, chiamato alla stagione della conferma dopo aver sfiorato il titolo nella scorsa annata. I biancoverdi battono il modesto Maritimo, ma non convincono appieno. Determinante il goal, al ventesimo, realizzato di testa da Coates su assist – da corner – di Joao Mario, che mette in discesa un match fino a quel momento particolarmente complicato. Da quell’istante, nonostante alcune pericolosissime amnesie difensive, i capitolini giocano un calcio migliore, anche se la tenuta del reparto arretrato è ancora labile, come testimonia il clamoroso palo colpito dal Maritimo sul punteggio di 1-0. Il raddoppio, al quarto d’ora della ripresa, lo realizza Ruiz, che insacca a porta vuota su invito di Joao Pereira. Da segnalare l’ottima prova di Joao Mario, autore di un assist e vicino al goal in almeno due circostanze, ormai prossimo – secondo quanto riportato dalla stampa lusitana – a diventare un giocatore dell’Inter. Nella ripresa ha calcato il rettangolo verde Schelotto, mentre Aquilani, ormai prossimo al divorzio con lo Sporting, è stato spedito in tribuna.

Nell’altro match in programma ieri, il Paços viene fermato dal Moreirense sull’1-1. Grande attesa, oggi, per il debutto del Braga di José Pereiro, che ha raccolto l’eredità di Fonseca, volato in Ucraina a guidare lo Shakthar, sulla panchina degli Arsenalistas. Completano il quadro odierno Boavista-Arouca e Vitoria Setubal-Belenenses, mentre il primo turno chiuderà i battenti lunedì con la sfida fra Estoril e Fereirense.

SUPERLIGA PORTOGALLO, PRIMA GIORNATA 

Rio Ave-Porto 1-3 (giocata venerdì)

Moreirense-Paços Ferreira 1-1

Sporting Lisbona-Maritimo 2-0

Tondela-Benfica 0-2

Boavista-Arouca (oggi, h.17,00)

Vitoria Setubal-Belenenses (oggi, h.19,00)

Vitoria Guimares-Braga (oggi, h.21,15)

Estoril-Fereirense (domani, h.21,00)

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.