Ucraina-Irlanda del Nord 0-2: Double Mc servito e i nordirlandesi adesso sognano gli ottavi

L’Irlanda del Nord batte l’Ucraina 2 a 0 e adesso sogna il passaggio del turno.
Green & White Army, l’esercito bianco-verde, così è chiamata in patria la nazionale nordirlandese, e un esercito non si fa certo abbattere da qualche critica. Critiche arrivate puntuali dopo la prima partita per quel catenaccio esagerato che a tanti aveva fatto storcere il naso, perchè va contro lo spettacolo dicono. Eppure contro gli ucraini i bianco-verdi vincono e convincono mantendendo intatta l’idea di gioco difensiva marchio di fabbrica del C.T. O’Neall.

Solita corsa, poco possesso palla e contropiede. Non proprio dieci giocatori dietro la linea del pallone ma quasi. Non aveva funzionato contro la Polonia mentre oggi è andata alla grande complice anche una nazionale Ucraina modesta che non è riuscita a far paura agli avversari nonostante gente del calibro di Konoplyanka e Yarmolenko nettamente di un’altra categoria rispetto ai meno blasonati nordirlandesi.
I gol sono arrivati entrambi nel secondo tempo, prima è McAuley ad incornare di testa poi nel recupero ci ha pensato il subentrante McGinn a chiudere la pratica proprio mentre gli ucraini si spingevano tutti in avanti alla ricerca del pareggio.

Bianco-verdi che si portano a 3 punti insieme a Germania e Polonia in attesa dello scontro diretto delle 21.00 tra le due capoliste; adesso la qualificazione agli ottavi non è più un’utopia, magari come miglior terza vista anche la buona differenza reti. Nel prossimo match bisognerà vedersela con i tedeschi che però puntano ad arrivare all’ultima partita già qualificati e che quindi, tra turnover e mancanza di motivazioni, potrebbero lasciare giù qualche punto.

About Giuseppe Romano 122 Articoli
Amante e vero appassionato di calcio, tifosissimo e "super esperto" dell'Inter, amo anche il calcio inglese dove ho un debole per il Liverpool e per lo Special One! You'll Never Walk Alone

1 Commento su Ucraina-Irlanda del Nord 0-2: Double Mc servito e i nordirlandesi adesso sognano gli ottavi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.