Premier League, settimana decisiva: e se Guardiola restasse senza Champions?

guardiola

L’ipotesi che il Manchester City resti fuori dalla massima competizione europea proprio nella stagione in cui si appresta a sbarcare in Inghilterra Pep Guardiola si fa sempre più strada. Da assurda ipotesi apocalittica a triste realtà il passo è breve e si spiega con il crollo di prestazioni dei Citizens dopo l’annuncio della firma del tecnico spagnolo. Ad una partita dal termine, il City conserva 2 punti di vantaggio sullo United, ma…
C’è un “ma” grosso come una casa, perché domani sera va in scena il recupero della 35° giornata tra West Ham e Manchester United, con i Red Devils che dunque potrebbero mettere la freccia e sorpassare in caso di colpaccio esterno. Certo, non sarà facile battere gli Hammers alla loro ultima partita di campionato sullo storico terreno di Boleyn Ground, ma la tavola è apparecchiata.

Il West Ham dal canto suo vorrebbe centrare la qualificazione europea e deve necessariamente scavalcare di nuovo il Southampton ora sesto. Occhio anche al Liverpool che mercoledì recupera il match col Chelsea ad Anfield Road e, in caso di successo, potrebbe balzare davanti ad Hammers e Saints a quota 61. Per la qualificazione all’Europa League sarà importante seguire anche la finale di F.A. Cup, poiché in caso di vittoria dello United sul Palace tornerebbe buono anche il settimo posto. Poi c’è la finale di Europa League tra Liverpool e Siviglia, che regala un accesso diretto alla prossima Champions League, via attraverso la quale il campionato inglese potrebbe trovarsi con 5 squadre nella massima competizione europea l’anno prossimo.

Anche il fondo classifica vivrà momenti di trepidazione in mezzo alla settimana, prima del gran finale di domenica. Il Sunderland quartultimo affronta in casa l’Everton nel recupero della 30° giornata e con 3 punti sarebbe matematicamente salvo. Anche il Norwich sarà in campo in contemporanea, mercoledì sera, a Carrow Road contro il Watford. Per i Canaries è una gara da vincere ad ogni costo, nella speranza di un passo falso dei Black Cats. Pari o sconfitta significherebbero retrocessione matematica, ma, come detto, anche la vittoria potrebbe non bastare. Il Newcastle di Benitez sarà invece spettatore interessato dei due match, dovendo giocare oramai solo l’ultima partita, e dunque potrebbe retrocedere in caso di vittoria del Sunderland o rimanere in corsa in caso di pareggio o vittoria dell’Everton. I Magpies in tal caso si giocherebbero tutto domenica prossima a St. James’ Park contro il Tottenham, mentre il Sunderland sarà in trasferta a Watford ed il Norwich giocherà sul campo dell’Everton.

Allacciate le cinture, sarà una settimana da cardiopalma!

About Luca Petrelli 157 Articoli
Cresciuto a pane e telecronache delle proprie partite con le figurine Panini sul campo di Subbuteo, sviluppa una passione viscerale per il calcio, che si trasforma presto in autentica dipendenza. Da sempre dalla parte degli underdog, non scambierebbe mai 1000 vittorie da cowboy con un unico grande successo indiano sul Little Bighorn. Tra una partita e l'altra, trova il tempo per laurearsi in economia, Tuttocalcioestero gli offre l'occasione per trarre finalmente qualcosa di buono dalla sua "malattia" per il pallone, strizzando l'occhio al sogno nel cassetto del giornalismo di professione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.