CSL 4° giornata: Scolari umilia Zaccheroni, lo Jiangsu Suning comanda la classifica

Al termine della quarta giornata di Chinese Super League vi è solo lo Jiangsu Suning in vetta. Cade ancora il Beijing Guoan di Zaccheroni per mano del Guangzhou

IL GUANGZHOU RINCORRE LO JIANGSU, AFFONDA ZACCHERONI

Allo Stadio dei Lavoratori di Pechino va in scena la totale disfatta del Beijing Guoan di Zaccheroni per mano del Guangzhou Evergrande. Le Tigri del Canton, dopo l’enorme delusione in Champions League e la quasi certa eliminazione a causa della sconfitta in Giappone sul campo dell’Urawa, si riscattano con un sonante 0-3, sul campo che la scorsa stagione li ha consacrati campioni di Cina per il quinto anno consecutivo.

Il Beijing Guoan è in piena crisi di risultati e di uomini. Zero vittorie nelle tre partite disputate e zero gol segnati, peggio di così non poteva andare. Zaccheroni contro i campioni di Cina è stato costretto a schierare una formazione ampiamente rimaneggiata, senza attaccanti di ruolo, dato che Yilmaz, Kleber e Yu Dabao sono ai box. Problemi che si evidenziano anche nel gioco delle Imperial Guards, che vive delle fiammate del solo Renato Augusto, per il resto, si è assistito ad un autentico disastro, in particolar modo per l’assenza di idee su come costruire una manovra di gioco e per le gravi disattenzioni difensive. Tanti passaggi per via orizzontale, con i quali gli uomini di Zaccheroni hanno perso innumerevoli palloni, letali, dato che in questo modo sono nati due dei tre gol del Guangzhou.
I campioni di Cina chiudono la pratica al termine del primo tempo, con la rete segnata da Gao Lin al 25′ sull’imbucata vincente di Ricardo Goulart. L’attaccante cinese ricambierà il favore al termine della prima frazione, con l’azione che nasce dal breack di Paulinho, che ruba palla a metà campo e serve Gao Lin, il quale confezionerà l’assist per il gol di Goulart. Lo stesso brasiliano metterà il punto esclamativo sulla partita all’83’, sempre grazie all’assist di Gao Lin.
Nonostante la quasi certa eliminazione dalla Champions, le Tigri del Canton tornano a ruggire, con Scolari che decide di continuare dritto per la propria strada, confermando le stesse formazioni e uomini che si vedono da inizio stagione.
La vittoria permette al Guangzhou di centrare il secondo posto in classifica, alle spalle dello Jiangsu Suning, che trionfa nello scontro al vertice contro l’Henan Construction solo negli ultimi minuti grazie alla rete messa a segno dall’esterno offensivo Ji Xiang. Anche la squadra di Nanchino trova fra i confini nazionali, una consolazione dopo la brutta sconfitta in Champions per mano del Tokyo, che va a complicare enormemente la classifica.

PRIMA VITTORIA PER LO SHANGHAI SIPG

Arriva solo alla quarta giornata la prima gioia per lo Shanghai Sipg, partito malissimo in campionato, ma già agli ottavi di Champions, dopo un ottimo girone. La prima vittima delle Metal Eagles è il Liaoning, che cade per 4-0.
Eriksson opta per un undici titolare più equilibrato rispetto a quello visto nelle prime uscite stagionali, sempre un 4-2-3-1, con Lu Wenjun e Wu Lei sulle fasce e Dariò Conca a sostegno dell’unica punta Elkeson, con Asamoah Gyan che va in panchina dopo aver recuperato dall’infortunio.
Un maggior equilibrio di gioco e i reparti che comunicano meglio fra loro, ha un riscontro positivo nel gioco del Sipg, che crea innumerevoli occasioni da gol. Dariò Conca ha un sinistro ispiratissimo e serve assist a ripetizione per i compagni, mentre Wu Lei è una furia incontenibile sull’esterno. Proprio su quest’asse nasce il gol del 2-0, un imbucata geniale di Conca per il taglio del numero 7, che centra il suo secondo gol in campionato con un fantastico tiro a giro. Ad aprire le marcature ci ha pensato Lu Wenjun, con un tiro sotto porta dopo pochi minuti, mentre nel secondo tempo sono andati a segno Elkeson e Asamoah Gyan.
Non solo stupisce il fatto che il Sipg non abbia subito gol, ma addirittura sono due partite, considerando l’impegno in Champions in casa del Gamba Osaka, che la porta delle Metal Eagles rimane inviolata. I problemi difensivi non sono comunque risolti, Shenchao con le sue iniziative palla al piede ha rischiato di compromettere il risultato, ma un maggior equilibrio come visto in questa vittoria, può aiutare a mascherare le lacune individuali.

HEBEI AL TOP

Non si placa la squadra di Lavezzi e Gerviho, che centra la sua seconda vittoria stagionale sul campo del fanalino di coda Changchung Yatai. Entrambe le stelle erano presenti quest’oggi in campo nel 4-3-3 disegnato dal giovanissimo Li Tie. Non è stata una partita semplice, ne bella da vedersi, con pochissimi tentativi verso la porta avversaria.
L’Hebei, come visto in questo inizio di stagione prova a fare la partita, giocando esclusivamente palla a terra, senza sprecare palloni con lanci lunghi. Una filosofia corretta per la crescita della mentalità della squadra, ma che quest’oggi ha trovato il muro dello Changchung, che ha provato a creare problemi verso la porta avversaria con delle timide ripartenze.
La partita viene risolta dal subentrato Luo Senwen, interessante centrocampista classe 1993 che scaglia un bolide dal limite dell’area che si infila sotto l’incrocio dei pali.

PARI FRA SHENUA E SHANDONG

Finisce a reti bianche la sfida fra lo Shanghai Shenhua e lo Shandong Luneng, dopo 90′ di altissimo livello, nel quale entrambe le squadre hanno espresso dell’ottimo calcio. Da una parte la mano spagnola di Manzano, che ha creato per i Blue Devils un gioco collettivo, dall’altra parte l’estro e la fantasia degli Orange Fighters, più propensi a cercare la verticalizzazione e l’iniziativa personale.
Tante le star straniere in campo, da una parte Guarin e Demba Ba, dall’altra i sudamericani Montillo e Diego Tardelli. Entrambe le squadre creano innumerevoli occasioni da gol, ma l’occasione più eclatante la sciupa lo Shanghai Shenhua nel corso del primo tempo, con Qin che guida un rapidissimo contropiede e una volta giunto al limite serve sulla sinistra Wang Yun, che ha tutto il tempo per controllare e tirare, ma il suo tentativo finisce a lato.
I Blue Devils centrano così il terzo pareggio stagionale e salgono a sei punti in classifica, al quinto posto, ed è una delle tre squadre a non aver ancora subito sconfitte. Situazione meno brillante per lo Shandong, fermo a soli 4 punti.

LE ALTRE PARTITE

Nelle altre partite di giornata, la neopromossa Yanbian Fude, con più fortuna che merito, riesce a strappare un pareggio a reti bianche in casa del Guangzhou R&F. I Blue Lions hanno letteralmente dominato la scena, con 16 tiri verso la porta, contro i soli 2 tentativi degli avversari, eppure il divario palesato in campo, non è stato sufficiente a guadagnare i tre punti.

Pareggio, con un gol per parte fra lo Shijiazhuang e il Congqing Lifan. Gol sudamericani, segnati nel corso del primo tempo. I padroni di casa hanno sbloccato le marcature grazie al rigore trasformato dal brasiliano Mauricio Moreno, rete pareggiata nel giro di pochi minuti dall’argentino Gigliotti, al suo primo centro stagionale.

Centra la prima vittoria stagionale anche il Tianjin Teda. Dopo il rocambolesco 4-4 contro lo Changchung Yatai nell’ultimo turno, arriva il successo interno contro l’Hangzhou Greentown grazie alla rete messa a segno nel secondo tempo dal senegalese Diagne

RISULTATI QUARTA GIORNATA

Shanghai Shenhua Shandong Luneng 0 : 0
Changchun Yatai Hebei 0 : 1
Shanghai SIPG Liaoning 4 : 0
Tianjin Teda Hangzhou Greentown 1 : 0
Beijing Guoan Guangzhou 0 : 3
Henan Construction Jiangsu Suning 0 : 1
Shijiazhuang Chongqing Lifan 1 : 1
Guangzhou R&F Yanbian 0 : 0

CLASSIFICA

# Squadra PG V N P R P
1. Jiangsu Suning 4 3 1 0 7:2 10
2. Guangzhou 4 3 0 1 9:2 9
3. Hebei 3 2 1 0 4:2 7
4. Henan Construction 4 2 1 1 3:2 7
5. Shanghai Shenhua 4 1 3 0 5:3 6
6. Hangzhou Greentown 4 2 0 2 4:3 6
7. Shanghai SIPG 4 1 2 1 6:3 5
8. Chongqing Lifan 4 1 2 1 4:4 5
9. Tianjin Teda 4 1 2 1 5:5 5
10. Yanbian 4 1 2 1 3:3 5
11. Shandong Luneng 4 1 1 2 3:7 4
12. Liaoning 4 1 1 2 4:8 4
13. Guangzhou R&F 4 1 1 2 2:4 4
14. Shijiazhuang 4 1 1 2 3:5 4
15. Beijing Guoan 3 0 1 2 0:4 1
16. Changchun Yatai 4 0 1 3 5:10 1
About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

1 Commento su CSL 4° giornata: Scolari umilia Zaccheroni, lo Jiangsu Suning comanda la classifica

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.