J-League: partono con il freno a mano Gamba Osaka e Sanfrecce, in vetta vi è il Kawasaki Frontale

Cosa succede oltre la grande muraglia, in terra giapponese, analizziamo l’inizio di stagione della J-League 2016.

Il campionato della scorsa edizione è stato vinto dal Sanfrecce Hiroshima, che ha battuto in finale il Gamba Osaka. La formula del campionato di J League è totalmente differente da quella della Chinese Super League. La stagione si compone di due fasi, con 17 partite ciascuna. Le vincitrici si qualificano direttamente ai play off finale. Al termine della seconda fase le due squadre vengono accorpate. La prima classificata si qualifica direttamente alla finale per l’assegnazione del titolo. Le ultime 3 classificate retrocedono. Ai playoff per l’assegnazione del titolo partecipano da 3 a 5 squadre. La prima classificata nella classifica comprensiva delle 34 giornate (che accede direttamente alla finale), le due vincitrici delle due fasi e ogni altra squadra che sia tra le prime tre della classifica accorpata delle due fasi.

Si sono disputate quattro partite di campionato in questo marzo 2016, al termine delle quali in testa vi è il Kawasaki Frontale, classificato sesto nella scorsa stagione, ben lontano dalla vetta. Questa volta il protagonista non è Yoshito Ōkubo, capocannoniere della scorsa J League, bensì il ventottenne Kobayashi, tre reti fino ad ora, fra cui una decisiva nella prima giornata in casa del Sanfrecce Hiroshima. La capolista nella seconda giornata ha ottenuto un pareggio contro lo Shonan per 4-4 grazie alla rete nei minuti di recupero dell’ex attaccante del Catania Morimoto, mentre all’ultima giornata è giunta una straripante vittoria per 4-0 in casa del Kofu, impreziosita dalla doppietta della bandiera Kengo Nakamura, alla sua tredicesima stagione con la maglia del Kawasaki.

Tutt’altro che esaltante l’inizio di stagione per i campioni in carica del Sanfrecce Hiroshima, che hanno esordito con una sconfitta interna contro il Kawasaki, per giungere alla prima vittoria solo all’ultima partita disputata, nell’1-5 rifilato all’Omiya Ardija.
Un pelo meglio hanno fatto i vice campioni del Gamba Osaka, con due vittorie su Ômiya Ardija e Kofu e due sconfitte subite contro il Khasima Reysol e il Kobe.

Chi ha rispettato le aspettative di inizio campionato è stato l’Urawa Red Diamond, trascinato dalle reti di Koroki, decisivo con i suoi tre gol segnati nei match vinti per 2-0 contro Shonan e Fukoka. L’Urawa si pone al secondo posto con 9 punti assieme al Khasima.

Ancora a secco di vittorie tre squadre, assieme alla neopromossa Avispa Fukoka e allo Shonan vi è sorprendentemente il Khasiwa Reysol, che ha raccolto la miseria di soli due punti, con i pareggi ottenuti nelle ultime partite contro Niigata e Iwata.

CLASSIFICA J-LEAGUE, QUARTA GIORNATA

# Squadra PG V N P R P
1. Kawasaki 4 3 1 0 12:6 10
2. Urawa 4 3 0 1 7:3 9
3. Kashima 4 3 0 1 4:1 9
4. Nagoya 4 2 1 1 6:5 7
5. Yokohama M. 4 2 1 1 5:4 7
6. Kobe 4 2 0 2 8:7 6
7. Vegalta Sendai 4 2 0 2 4:4 6
8. G-Osaka 4 2 0 2 4:4 6
9. Tokyo 4 2 0 2 3:4 6
10. Omiya Ardija 4 2 0 2 5:7 6
11. Hiroshima 4 1 2 1 8:5 5
12. Iwata 4 1 2 1 6:6 5
13. Tosu 4 1 1 2 4:5 4
14. Albirex Niigata 4 1 1 2 8:11 4
15. Kofu 4 1 1 2 3:6 4
16. Shonan 4 0 2 2 7:10 2
17. Kashiwa 4 0 2 2 5:8 2
18. Avispa Fukuoka 4 0 2 2 4:7 2

AFC Champions League

Non è un momento esaltante per le giapponesi in campo continentale, solo l’Urawa Red Diamond al termine delle prime tre giornate occupa le prime due posizione nel girone. L’Urawa è la squadra più convincente in questo inizio di stagione, e ha ottenuto un successo netto contro il Sidney e strappato un pareggio in rimonta ai campioni in carica del Guangzhou Evergrande. l’unico passo falso è stata la sconfitta sofferta in casa dei coreani del Pohang Steelers.

Anche in questo campo non è prolifico il momento per Gamba Osaka e Sanfrecce Hiroshima, i primi hanno ottenuto due pareggi per poi perdere la terza partita in casa dei cinesi dello Shanghai Sipg. Il Sanfrecce invece, dopo le batoste subite per mano dello Shandong luneng e e del Seoul, ha ottenuto l’unico successo contro i thailandesi del Buriram.

Ancora in piena corsa il Tokyo, che nell’ultima giornata ferma fra le mura amiche lo Jiangsu Sining di teixeira e Ramires. La squadra della captale ha ottenuto il suo unico successo contro i vietnamiti del Binh Duong

Classifiche

Jeonbuk (kor) 6, Jiangsu Suning (chn) 5, Tokyo (jpn) 4, Binh Duoang (vtn) 1

Seoul (kor) 9, Shandong Luneng (chn) 6, Sanfrecce Hiroshima (jpn) 3, Buriram (tha) 0.

Shanghai Sipg (chn) 6, Melbourne Victory (aus) 5, Gamba Osaka (jpn) 3, Suwon (kor) 1

Sidney (aus) 6, Pohang Steelers (kor) 4, Urawa (jpn) 4, Guangzhou (chn) 2

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

1 Commento su J-League: partono con il freno a mano Gamba Osaka e Sanfrecce, in vetta vi è il Kawasaki Frontale

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.