Europa League: disastro arbitrale a Braga, portoghesi avanti con Shakhtar e Siviglia. All’Athletic Bilbao il derby spagnolo

europa league

Braga-Fenerbahce 4-1
Partita molto equilibrata visto il risultato dell’andata, ma lo spettacolo calcistico viene irrimediabilmente rovinato dall’arbitro croato Bebek.
Il Fenerbahce parte benissimo, ma all’11’ un passaggio geniale di Vukcevic libera Hassan solo davanti al portiere per il vantaggio dei padroni di casa.
A fine primo tempo i turchi pareggiano con Potuk, che ribadisce n rete un colpo di testa di Van Persie respinto dalla difesa.
La ripresa si apre senza scossoni ed il Fenerbahce sembra in controllo, poi entra in scena Bebek.
Minuto 67: tiro respinto da Topal con le braccia sì, ma perfettamente aderenti al corpo a protezione dello stomaco, per cui i turchi si inviperiscono al fischio dell’arbitro croato. Rigore, giallo a Volkan che protesta e a Topal per il fallo. Peccato che il difensore sia già ammonito e lascia la squadra in 10.
Ovviamente la partita si decide qua: Josuè segna dal dischetto, Stoiljkovic fa 3-1 poco dopo con un gran destro dopo la torre di Pedro Santos e Rafa Silva in diagonale chiude la partita 4-1.
Gli ospiti, frustrati per essere stati condannati dall’arbitro, finiscono la gara con un’autentica caccia all’uomo che produce altri due cartellini rossi. Il primo a Potuk, il secondo a Volkan Sen, che nell’uscire dal campo trova anche il tempo di spintonare l’arbitro.
Seguiranno sanzioni per lui e la squadra turca, ma francamente sarebbe quanto meno strano rivedere questo arbitro in Europa.

Siviglia-Basilea 3-0
Sfuma il sogno di giocare la finale in casa per gli svizzeri.
A Siviglia la partita resta equilibrata per poco più di mezz’ora, poi gli andalusi regolano la pratica in 10 minuti.
Al 35′ Rami segna da corner andando a prendere il pallone di testa quasi da sdraiato ed indirizzando la traiettoria verso il secondo palo.
Al 44′ Reyes se ne va sulla destra, arriva sul fondo e mette al centro. Lisciano tutti e a Gameiro, ultimo uomo sul secondo palo, non pare vero di ricevere in area piccola a porta vuota. E sono 2.
Tempo di mettere la palla al centro ed il Siviglia triplica ancora con Gameiro che, sul cross dalla sinistra, prende la traversa, ma ribadisce in gol da terra.
Il secondo tempo è un’inutile perdita di tempo per tifosi ospiti e neutrali. I giochi sono fatti, si va avanti e il Siviglia corre per il terzo successo consecutivo in Europa League.

Anderlecht-Shakhtar Donetsk 0-1
Altra partita segnata dalle polemiche arbitrali. In realtà è una sfida tra l’arbitro spagnolo Mateu Lahoz ed il difensore della squadra belga Mbodji.
Prima gli viene annullato un gol al 23′ per una presunta spinta in fase di stacco di testa, po,i nel secondo tempo, si lamenta per un rigore non concesso nell’area opposta per una, a dire il vero, lieve trattenuta su azione di calcio d’angolo, infine viene espulso.
Nel mentre, all’85’, anche Kucher era stato espulso per quanto riguarda la squadra ospite, ma gli ucraini in 10 contro 10 trovano il gol che chiude definitivamente i conti al 93′ con Eduardo in contropiede.

Valencia-Athletic Bilbao 2-1
Buona partita del Valencia di Gary Neville, che aveva l’onere di fare la partita per rimontare lo svantaggio di un gol subito nella gara di andata.
L’Athletic invece parte troppo rinunciatario e finisce con lo schiacciarsi troppo indietro.
Gioco forza arriva il vantaggio dei padroni di casa, al 13′, con Santi Mina, che anticipa tutti sulla respinta centrale del portiere avversario sul tiro forte, ma non imprendibile, di Negredo.
L’Athletic, stordito per esser stato raggiunto così presto, non riesce a rovesciare le sorti del match.
L’inerzia resta dalla parte dei padroni di casa e al 37′ Santos insacca di testa uno splendido cross da sinistra di Gayà.
Sembra fatta per il Valencia, che veniva da 3 eliminazioni consecutive nei derby spagnoli in Europa, ma al 75′ arriva il colpo di genio che non t’aspetti: Raul Garcia si inventa un assist di tacco per Aduriz del tutto fuori da ogni logica comprensione umana e l’attaccante non perdona.
E’ il 2-1 che affossa i padroni di casa e porta avanti i baschi, terza squadra spagnola ai quarti di Europa League, oltre alle tre di Champions.
La Spagna, ben al di là di Real e Barça, domina nelle competizioni continentali.

Braga-Fenerbahce 4-1 (11′ Hassan, 48′ p.t. Potuk, 69′ rig. Josuè, 74′ Stoiljkovic, 83′ Rafa Silva)
Siviglia-Basilea 3-0 (35′ Rami, 44′ Gameiro, 45′ Gameiro)
Anderlecht-Shakhtar Donetsk 0-1 (93′ Eduardo)
Valencia-Athletic Bilbao 2-1 (13′ Santi Mina, 37′ Santos, 75′ Aduriz)

About Luca Petrelli 157 Articoli
Cresciuto a pane e telecronache delle proprie partite con le figurine Panini sul campo di Subbuteo, sviluppa una passione viscerale per il calcio, che si trasforma presto in autentica dipendenza. Da sempre dalla parte degli underdog, non scambierebbe mai 1000 vittorie da cowboy con un unico grande successo indiano sul Little Bighorn. Tra una partita e l'altra, trova il tempo per laurearsi in economia, Tuttocalcioestero gli offre l'occasione per trarre finalmente qualcosa di buono dalla sua "malattia" per il pallone, strizzando l'occhio al sogno nel cassetto del giornalismo di professione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.