CONCACAF Champions League: Dempsey non basta ai Seattle Sounders, ok il Queretaro

CONCACAF Champions League
Fonte foto: sportsoutwest.com

Stanotte hanno avuto inizio i quarti di finale della CONCACAF Champions League (massima competizione del continente nord-americano), dove nell’eterna sfida tra Messico e USA (tutte le partite sono contraddistinte da ciò e ribadiscono il dualismo di questa competizione) il Queretaro ha avuto la meglio sul DC United, mentre Seattle Sounders e Club America si sono divise la posta in palio con un pareggio.

Pareggio d’oro per il Club America (rappresentante del continente nell’ultimo Mondiale per Club), che strappa un prezioso 2-2 dalla trasferta americana in casa dei Seattle Sounders e fa un piccolo passo in avanti verso la qualificazione alle semifinali. La partita vede la sua prima fiammata al 12esimo minuto di gioco con il primo acuto dei Seattle Sounders, che sfiorano la rete del vantaggio con un sontuoso colpo di testa di Jordan Morris (debuttante in SSCL) sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Andreas Ivanschitz, ma il portiere avversario Hugo Gonzalez sventa tutto con un bell’intervento a mano aperto sulla linea di porta. La reazione ospite, invece, è affidata ad una bella conclusione di Rubens Sambueza, la quale mette i brividi agli avversari scheggiando la parte alta della traversa. Nonostante ciò prima dell’intervallo a mettere la freccia sono i padroni di casa di Seattle con la magnifica punizione battuta dall’ex Fulham Clint Dempsey, che mette il pallone sotto l’incrocio con una bella pennellata dai 25 metri. Ma il Club America non si fa attendere e dopo nemmeno un giro di orologio mette già le cose al proprio posto con la rete di Darwin Quintero, che si esibisce in un devastante assolo da centrocampo e infila il portiere avversario facendogli passare il pallone sotto le gambe con una precisa conclusione rasoterra. Nella ripresa il copione non cambia di una virgola, infatti i Sounders partono subito forte e al 52esimo rimettono la testa avanti ancora con Clint Dempsey, che si fa trovare nel posto giusto al momento giusto sugli sviluppi di un corner battuto da Ivanschitz e mette il pallone in fondo al sacco con un bel colpo di testa. Ma “Las Aguilas” messicane non si fanno intimidire nuovamente e al 70esimo riescono nuovamente a riequilibrare il match con il guizzo del proprio bomber Oribe Peralta, che sfrutta un cross a rientrare di Rubens Sambueza e lo mette in fondo al sacco con una vera e propria zampata che rimanda il discorso qualificazione al match di ritorno.

CONCACAF Champions League
Edgar Benitez, autore del secondo gol del Queretaro. Fonte foto: Concacaf. com

Successo importante, invece, per il Queretaro, che sconfigge a domicilio il DC United con il punteggio di 2-0 e fa un grosso passo avanti verso le semifinali. Nel primo tempo si assiste ad una partita abbastanza tirata dove a farsi preferire sono gli statunitensi del DC United, che si rendono particolarmente pericolosi grazie agli acuti di Steve Birnbaum, sui quali il portiere messicano Tiago Volpi è costretto a fare gli straordinari. Nella ripresa i padroni di casa del Queretaro prendono in mano le redini del gioco e, grazie ai campi azzeccati  da Víctor Manuel Vucetich, riesce a portarsi a casa il primo round. Il primo acuto arriva intorno al settantesimo minuto di gioco e porta la firma di Yerson Candelo, il quale mette il pallone alle spalle di Dykstra con un terrificante missile da fuori area. Il gol del definitivo 2-0, invece, viene siglato da Edgar Benitez, che si presenta a tu per tu con il portiere avversario e lo trafigge con un tiro non proprio bello stilisticamente ma tremendamente efficace.

Queretaro (Mex)-DC United (USA) 2-0 (Candelo, Benitez)

Seattle Sounders (USA)-Club America (Mex) 2-2 (2 Dempsey; Quintero, Peralta)

About Marco Pantaleo 251 Articoli
Appassionato di ogni genere di sport (calcio e basket in primis), è un grande esperto del "calcio minore". Che sia la Copa Libertadores o la terza divisione danese poco importa, in qualunque campo rotola un pallone e ci sono 22 uomini c'è sempre una storia da raccontare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.