Blanc: Aurier? L’ho presa molto male. Ho trovato tutto ciò pietoso

Alla vigilia del delicatissimo match di Champions League che vedrà il suo Psg affrontare il Chelsea di Guus Hiddink, Laurent Blanc ha risposto alle domande dei giornalisti che hanno voluto sapere la sua opinione sulle brutte parole di Serge Aurier. Il terzino ivoriano ha insultato in un video fatto attraverso Periscope, applicazione di Twitter che permette di trasmettere in diretta una ripresa fatta dal proprio cellulare, l’allenatore della squadra parigina definendolo una “checca”. Il giocatore, apparso in evidente stato di ebbrezza, ha avuto da dire anche sui suoi compagni di squadra Ibrahimovic, Sirigu e Di Maria. Il mister ha risposto così: ” L’ho presa molto male. Si possono avere determinate opinioni. Si è in democrazia. Il ragazzo però è qui da due anni e mi sono impegnato tanto per farlo venire a Parigi. Il ringraziamento è questo qua. Ho trovato tutto ciò pietoso.” Il tecnico francese ha poi continuato “Questo è svantaggioso per lui e per il club. Per l’immagine del club. Nella sua generazione ci sono tante persone che passano il loro tempo a scusarsi. Dovrebbero riflettere un po’ di più a ciò che fanno prima di scusarsi”. Alla domanda sulla possibilità di rivedere in campo Aurier con la maglia del Psg Blanc ha risposto ” Il club ha preso una decisione, è ufficiale. Se dovesse prendere nuove decisioni sarete informati. Se Serge ha un problema con me, io non mi servirò di voi per risolverlo. Lo risolverò con lui, come ho sempre fatto.” 

Blanc ha poi parlato del match in programma domani accennando anche alla possibile assenza di TerrySappiamo della sua esperienza in Champions League. La sua assenza ha completamente cambiato il blocco di difesa avversario. Penso che sia uno sconvolgimento difensivo importante.” L’ex commissario tecnico ha poi terminato spendendo delle parole al miele su Verratti e sulle condizioni del centrocampista italiano “Adoro questo tipo di giocatore. Anche se è ancora giovane ha già una maturità importante. Si prende dei rischi, persino troppi, ma è per questo che i tifosi e i suoi compagni lo adorano. In quest momento ha un piccolo deficit a livello fisico ma non sente più dolore. Dobbiamo però essere consapevoli che non ha i novanta minuti nelle gambe. Logico. Dobbiamo determinare quanto tempo ha a disposizione ma voglio rendere Marco partecipe della gara”

About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.