Monaco-Bastia 2-0: la squadra di Jardim consolida il secondo posto

silva monaco

MONACO BASTIA. Un goal per tempo è bastato al Monaco per avere ragione del Bastia e mantenere saldamente la propria seconda posizione, senza dipendere dagli esiti delle partite che si disputeranno domani.

Gli uomini di Jardim hanno così riscattato la bruciante sconfitta di Angers e, pur non mostrandosi scintillanti come nella sfida contro il Toulouse, hanno agevolmente conquistato i tre punti. L’avversario non si è rivelato certo dei più ostici e una volta subita la prima rete i corsi non sono stati più capaci di rientrare in partita, nonostante qualche incursione nella prima parte della ripresa, confermando il solito mal di trasferta.

Al calcio d’inizio, la sorpresa era la presenza di Vagner Love. Il brasiliano, in campo 75 minuti, ha pienamente ripagato al fiducia concessa dal tecnico, mostrando soprattutto una grande carica agonistica, una qualità che non si vedeva forse da anni nell’attacco monegasco. Vagner Love ha sfiorato anche il goal in due occasioni, trovando l’opposizione del portiere corso, Leca, il migliore dei suoi.

L’estremo difensore del Bastia si era già superato nel corso della prima frazione, alzando in corner un forte tiro di Bernardo Silva dall’interno dell’area di rigore, ma nulla aveva potuto al 35′ quando, sugli sviluppi di un corner, il compagno Modesto (ex di turno) lo aveva beffato con un involontario intervento di petto che regalava al Monaco il goal del vantaggio.

Sotto di una rete, i corsi provavano a reagire ad inizio ripresa con l’ingresso dell’esperto Brandao e dell’ex promessa (mai mantenuta) Diallo. La spinta dei nuovi entrati si spegneva, però, presto ed il Monaco riprendeva il comando delle operazioni, collezionando varie occasioni da rete, tra cui una sciupata da Pasalic che mancava completamente l’impatto con la palla da buonissima posizione.

La rete che chiudeva i conti arrivava al 73′ con una girata di Silva (leggermente deviata da Squillaci, altro ex) su cross di Dirar, al rientro dopo un problema fisico e comunque poco convincente rispetto ad altre occasioni. Il quarto d’ora finale era pura accademia, con il Monaco ancora in avanti ed il Bastia che solo in pieno recupero sfiorava la rete della bandiera.

Finiva così con la testa rivolta già al derby di sabato che opporrà Monaco e Nizza, un derby che opporrà non solo due tifoserie rivali, ma soprattutto due compagini in lotta per l’Europa che conta, come non era mai accaduto.

 

Monaco-Bastia 2-0 (35′ aut. Modesto, 73′ Silva)

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.