Juventus, un top-club inglese piomba su Morata: pronti 60 milioni

juventus

Stritolato dall’esplosione di Dybala e dal preziosissimo lavoro tattico di Mandzukic, Alvaro Morata è finito ai margini della Juventus, sempre più relegato a ruolo di comprimario da Massimiliano Allegri. Una situazione che potrebbe costare decisamente cara allo stesso attaccante spagnolo, desideroso di indossare nuovamente la maglia da titolare per non perdere il treno che conduce a Euro 2016. Ed è per questo motivo che Morata, fra i protagonisti principali della scorsa favolosa stagione della Juventus, potrebbe decidere di salutare Torino e accasarsi altrove.

Secondo quanto riportato da Talk Sport, ci sarebbe un club inglese decisamente interessato al calciatore iberico: l’Arsenal. I Gunners, infatti, vedono la possibilità concreta di poter rivincere la Premier League dopo dodici lunghi anni d’astinenza e sarebbero pronti a metter mano al portafoglio nel mercato invernale per rinforzare le frecce all’arco di Arsene Wenger. E il reparto offensivo, al momento, è forse quello che necessita maggiormente di un ritocco di lusso: il solo Giroud, autore fin qui di una buona stagione, non può bastare per un club ambizioso come quello londinese, ancora in corsa anche in Champions League.

Da qui, quindi, l’idea di mettere a segno un colpo sensazionale, decisamente atipico per il mercato invernale visto lo spessore dell’eventuale nuovo arrivo: strappare Morata alla Juventus. Per il club italiano sarebbero pronti ben 60 milioni, cifra decisamente elevata, che rappresenterebbe un’ottima plusvalenza. La situazione, però, non è così semplice e lineare. Sul calciatore, infatti, vanta un diritto di “recompra” il Real Madrid, che potrebbe esercitare tale opzione nel prossimo mercato estivo. Le Merengues, però, potrebbero non operare in entrata a causa della sanzione imposta dalla FIFA e, sostanzialmente, giocherebbero un ruolo di secondo piano nella trattativa fra Arsenal e Juventus.

2 Commenti su Juventus, un top-club inglese piomba su Morata: pronti 60 milioni

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.