Arsenal-Newcastle 1-0: Koscielny regala la vetta solitaria ai ‘Gunners’

Vittoria di misura per l’Arsenal che non sbaglia la prima uscita dell’anno solare e porta a casa i tre punti in un match molto complicato. La formazione di Arséne Wenger approfitta del pari interno del Leicester sul Bournemouth e si porta al primo posto solitare a quota 42 punti. Decide una rete del francese Laurent Koscielny che a metà ripresa devia la palla in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo, accertando la crisi sempre più nera del Newcastle.

La sconfitta nel Boxing Day per 4 a 0 in casa del Southampton ha creato non poche preoccupazione sulle reali ambizioni dell’Arsenal in questa stagione. L’obiettivo dei Gunners è quello di tornare a volare per scacciare definitamente ogni dubbio. Dall’altra parte, il Newcastle sta vivendo una situazione di seria difficoltà: 2 partite perse su 2 nel periodo natalizio e terzultimo posto in classifica, con i Magpies sempre più risucchiati nella ‘zona calda‘. Arsène Wenger schiera il suo 11 migliore. Davanti a Cech, Koscielny e Mertesacker formano la coppia centrale con ai lati Bellerin e Monreal, che riprende il suo posto ai danni di Gibbs. Sulla linea mediana agiscono Flamini e Ramsey, con Walcott, Ozil e il rientrante Oxlade-Chamberlain alle spalle di Olivier Giroud. Dall’altra parte i Magpies confermano Elliot tra i pali, con Krul che ne avrà fino a fine stagione a causa della rottura del legamento crociato. Nel 4-4-1-1 di Steve McClaren, capitan Coloccini guida la terza linea formata da Janmaat, Dummet e Chancel Mbemba proprio insieme all’argentino. A centrocampo Colback e Tioté guidano le operazioni, con Wijnaldum e Sissoko che lavorano lungo le fasce, mentre in avanti Ayoze Perez agisce alle spalle dell’unica punta Aleksandar Mitrovic.

Dopo il saluto di rito tra le due squadre l’Emirates Stadium ricorda con un minuto di silenzio Pavel Srníček, portiere ceco morto a causa di attacco cardiaco nella sua Ostrava a soli 47 anni. Il ceco ha vestito per 7 anni la maglia del Newcastle e viene ricordato dal suo ex club con delle maglie celebrative per omaggiare un grande calciatore e grande uomo. Un plauso va anche ai tifosi dei Gunners che ricordano un avversario con grande commozione e partecipazione.

L’inizio del match è di chiaro stampo Arsenal. I padroni di casa vanno vicini alla rete in due occasioni già nei primi 5 minuti grazie all’ottimo Bellerin, capace di creare grattacapi alla difesa avversaria con le solite cavalcate sull’out di destra. Le sue progressioni costringono prima Janmaat a ripiegare in angolo e pochi secondi più tardi permettono a Chamberlain di concludere verso la porta di Elliot. Il tiro in allungo del classe 1993 è sporco e termina a lato. Nella prima parte del match la formazione di casa riesce a muovere bene la palla creando serie difficoltà al Newcastle, costretto a sua volta a chiudersi nella propria metà campo. Il cronometro segna il 15′ quando gli ospiti si fanno vedere per la prima volta in avanti con un colpo di testa di Wijnaldum sull’assist di Mbemba. La girata dell’olandese viene respinta da Cech che è plastico sulla successiva conclusione di Perez. Gli uomini di McClaren riescono pian piano ad uscire, provando a creare pericoli con il movimento continuo degli esterni, uno marchio di fabbrica dei Magpies. Al 25′ arriva una nuova conclusione bianconera con Ayoze Perez che dal limite dell’area calcia con l’esterno. Lo spagnolo colpisce male la sfera, che viene controllata a vista dal portiere ceco dell’Arsenal e termina di poco a lato. La fase centrale del primo tempo viene controllata dagli ospiti. Il Newcastle riesce infatti a palleggiare bene, arrivando più volte al tiro proprio grazie alla sua manovra veloce. Ma nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo l’Arsenal torna a farsi vedere in avanti. Al 36′ Chamberlain serve Giroud al termine di una splendida azione personale. Il francese calcia con il sinistro, ma il suo tiro viene deviato in extremis dalla difesa avversaria in corner. 6 minuti più tardi arriva la risposta degli ospiti con Mitrovic che con un gesto acrobatico di pregevole fattura gira in porta un cross di Janmaat. Cech è attento e blocca la conclusione centrale. Lo stesso Janmaat continua a spingere e 60 secondi più tardi serve il connazionale Wijnaldum, che dal limite dell’area piccola spara di prima in porta, trovando sulla sua strada il portiere della Repubblica Ceca. E’ l’ultima occasione della prima frazione di gioco: si va a riposo sullo risultato di 0 a 0.

Al ritorno dagli spogliatoio l’Arsenal rischia subito di passare in svantaggio. Ayoze Perez serve in profondità Wijnaldum che a tu per tu con Cech calcia sull’estremo difensore avversario. Sul capovolgimento di fronte, Ramsey regala con uno tocco delizioso il pallone a Monreal che la gira in mezzo di prima intenzione per Giroud. L’attaccante francese colpisce con la fronte, ma il suo colpo di testa finisce a lato. Il match si accende con occasioni su entrambi i fronti: la prima è di Mitrovic che interviene con il ginocchio sulla sponda di Ayoze Perez. La sua deviazione termina di poco sopra la traversa, mentre dall’altra parte è Ramsey a concludere in scivolata. Eliott è attento e blocca. Scocca il 63′ quando Mbemba va vicino alla rete con uno stacco imperioso in area avversaria che sfila a lato della porta di Cech. Il Newcastle è sempre più pericoloso e così al 68′ Wenger corre ai ripari inserendo Joel Campbell al posto di Chamberlain, in quella che è diventata una staffetta abituale tra le fila dei Gunners. 4 minuti più tardi arriva la rete che decide l’incontro. Sull’ennesimo calcio d’angolo dei padroni di casa, Koscielny raccoglie la sponda di Giroud e da pochi passi con il destro batte l’incolpevole Eliott. Il difensore francese anticipa il diretto avversario Ayoze Perez sul secondo palo firmando la rete dell’1 a 0.

Arsenal v Newcastle United - Premier League

Dopo il vantaggio dei Gunners le squadre si allungano. McClaren inserisce Thauvin al posto di Colback con Wenger che risponde con un cambio conservativo: Gibbs per Walcott. Nel finale i Magpies assediano l’area avversaria, andando a caccia del gol del pari. Al 84′ Wijnaldum gira di testa un cross dell’instancabile Janmaat con la palla che termina sulla parte superiore della rete. L’Arsenal sfrutta la sua velocità e gli spazi lasciati dagli avversari con contropiedi veloci: Ramsey e Ozil hanno sui piedi la chance di chiudere l’incontro, ma le loro conclusioni terminano a pochi centimetri dalla porta di Eliott. L’ultima occasione porta la firma del neoentrato De Jong, che servito ancora una volta dal terzino olandese Janmaat prova a sorprendere Cech con un rovesciata. L’acrobazia dell’attaccante del Newcastle è stilisticamente molto bella, ma viene neutralizzata dal portiere ex Chelsea.

L’Arsenal sale al primo posto della classifica con due punti di vantaggio sul Leicester di Ranieri. Per il Newcastle invece è la terza sconfitta consecutiva: i Magpies mantengono il terzultimo posto, rimanendo a sole 2 lunghezze dalla salvezza in virtù della sconfitta dello Swansea sul campo del Manchester United.

About Alessandro De Felice 134 Articoli
Laureato in Mediazione Linguistica, amo viaggiare e il 'football' di ogni angolo del mondo. Laziale fino al midollo, fin da bambino coltivo la passione per il giornalismo di ogni genere, con una particolare preferenza per quello sportivo. Con grande orgoglio, conto diverse collaborazioni online e sulla carta stampata. Grazie a Tuttocalcioestero.it ho scoperto la magia del calcio della Repubblica Ceca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.