HomeLigue 1Blog Monaco - Munegu GiancurussaMonaco - Saint Etienne 1-0: Un rigore di Fabinho spinge momentaneamente al...

Monaco – Saint Etienne 1-0: Un rigore di Fabinho spinge momentaneamente al secondo posto i monegaschi

Published on

La parola d’ordine dopo l’eliminazione dall’Europa League è voltare pagina! Da subito. In casa Monaco non si respira un bell’ambiente. I ragazzi di Jardim lottano per un piazzamento in Champions ma non convincono nel gioco ormai da troppo tempo. Il tecnico portoghese oltre pagina decide di cambiare anche volto. Un po’ costretto dalle assenze, Raggi e Carrillo non sono al meglio, un po’ per volontà sua, martedì c’è la Coupe de Ligue in casa del Bordeaux. Fatto sta che spunta agli occhi la prima sorpresa. Oltre a rinunciare al top scorer del suo team, Pasalic, Jardim manda in tribuna Subasic per dare spazio in mezzo ai pali a Nardi. Il portiere croato non aveva sino a oggi saltato neanche un match e quest’assenza in un match comunque molto importante, con il Saint Etienne ci si gioca il secondo posto, pare più una bocciatura dopo i fasti di Londra in coppa che non una prevenzione per motivi fisici. Galtier dovrà invece fare a meno di Eyesseric squalificato e si affida all’estro di Hamouma.

Il match parte a ritmi alti ma in campo regna solo la confusione. Il Monaco cerca sin dall’inizio di sfruttare le fasce e i cross per il gigante Lacina Traorè che è però ben controllato dall’esperto Perrin e dal tosto Sall. Il Saint Etienne non riesce a sviluppare il suo gioco, anche grazie al pressing alto dei padroni di casa, e cerca quindi di rendersi pericoloso dai calci piazzati dove molto spesso si alzano le torri dalla difesa e ciò crea molti problemi alla retroguardia guidata splendidamente da Ricardo Carvalho. Il primo vero squillo della gara lo crea Joao Moutinho dalla distanza, che costringe Ruffier al volo e a deviare il pallone in angolo.

Nella ripresa il Monaco assume un atteggiamento più propositivo e schiaccia i suoi avversari nella loro metà campo. Il gioco però appare ancora una volta troppo disordinato. Ci vuole un episodio che possa cambiare le sorti del match e pochi minuti dopo dell’ora di gioco Malcuit interviene in ritardo su Joao Moutinho e già ammonito finisce sotto la doccia anzi tempo. I padroni di casa hanno la loro occasione ma Galtier corre subito ai ripari e sistema i verts inserendo Pierre-Gabriel per Cohade. La squadra del principato non trova varchi sino a quando a pochi minuti dal novantesimo minuto giunge un bel pallone in filtrante per Helder Costa che supera Ruffier e dopo aver incespicato sul pallone si guadagna un calcio di rigore spingendo il pallone sopra il braccio di Polomat. Le proteste del Saint Etienne sono lecite data che la distanza tra il terzino ospite e l’esterno portoghese era davvero minima. Per l’arbitro non ci sono dubbi e dal dischetto Fabinho leva ogni paura e regala il secondo posto momentaneo.

Altra panchina per El Shaarawy che dopo la tribuna di settimana scorsa deve ancora vedersela con il solito Jardim che preferisce tenerlo in panchina e schierare in campo uno dei tanti suoi pupilli portoghesi. Eppure il Faraone potrebbe essere l’elemento adatto per regalare un po’ di brio a questa squadra.

Monaco – Saint Etienne 1-0 (82′ Fabinho)

Latest articles

Pablo Daniel Osvaldo

In un momento storico in cui il calcio cambia, cresce di intensità, il pressing...

Squadre storiche: Il Barcellona 2014-2015, quello del secondo Triplete

Apriamo questa nuova rubrica dando uno sguardo al passato recente, andando a ricordare una delle...

BARCELLONA 0 REAL MADRID 4: Sono arrivate le merengues di primavera

Real Madrid in finale di Coppa di Spagna, tripletta di Benzema e gol di Vinicius che stendono il Barcellona di Xavi

Ancelotti, il Real Madrid e la sensazione di Déjà vu

Barcellona 2 Real Madrid 1 pone fine alle chance del Real e ora Ancelotti...

Hatem Ben Arfa

Nato il 7 marzo, a detta di alcuni che sono comunque molti, è stato...

L’intervista a Alejandro Mitrano, neo acquisto dei Las Vegas Lights

Alejandro Mitrano è un giovane laterale di origine italiana che si è appena aggiunto...

L’incredibile 2023 del Borussia Dortmund: 8 su 8 ma Adeyemi si è fermato

C'è soltanto una squadra nei più importanti campionati europei ad aver sempre vinto in...

Manchester United-Leeds 2-2, rimonta a metà per ten Hag

Da una parte una squadra reduce da 13 successi di fila nel suo stadio,...

More like this

Ligue 1, Psg strafavorito: ecco la griglia di partenza del campionato francese

Il campionato francese non gode purtroppo di una grandissima fama. Inutile negarlo: il meglio...

Il triste record del Marsiglia

Mercoledì sera, al Velodrome, il Marsiglia ha stabilito un nuovo record negativo in Champions...

Marsiglia, l’era Villas-Boas è destinata a durare?

Quando, il 29 Maggio 2019, dopo una Ligue 1 tormentata e ricca di contestazioni...