Florentino Pérez: Benitez resta al Madrid

Con una conferenza stampa straordinaria, dalla pancia del Santiago Bernabéu, il presidente del Real Madrid Florentino Pérez ha confermato l’appoggio della società nei confronti del tecnico Rafael Benítez. «A seguito della riunione appena terminata con il Consiglio d’Amministrazione» ha esordito il vertice del club blanco «confermo che Benítez ha tutto l’appoggio e la fiducia della società. È stato scelto per la sua professionalità e la sua esperienza, e crediamo che ha le qualità per far rendere questa rosa al meglio delle proprie possibilità». Il presidente Pérez ha poi proseguito: «Condivido e capisco il disappunto dei tifosi, ma dobbiamo proseguire tutti insieme e uniti: ci siamo qualificati al secondo turno di Champions League in quattro giornate, e prima delle ultime due gare di Liga eravamo imbattuti. La cosa più importante sono i risultati» ha concluso «e la stabilità necessaria per conseguirli. Perciò chiedo appoggio completo alla squadra».

Una volta sottopostosi alle domande dei giornalisti c’è stato spazio per altre interessanti dichiarazioni. «La sconfitta nel clásico non è stato nella maniera più assoluta un problema di atteggiamento.» ha ribadito Florentino Pérez «E Benítez ha pieni poteri in ambito tecnico, d’altronde io non ho mai ostacolato nessun allenatore». E alla domanda sul perché nessun allenatore sia mai durato più di tre anni al Bernabéu, ha parlato di un problema di «convivenza: l’idea è sempre quella di proseguire con ogni allenatore per almeno tre anni, ma la convivenza genera un fisiologico deterioramento dei rapporti». Sul coro Florentino dimisión. «Da qualche anno stiamo lottando contro i tifosi violenti che credono, in questo caso, di fare del male a me non capendo che lo fanno a tutto il club. Chiedo ai soci che mi aiutino a lottare questo tipo di gente, che non dovrebbero avere nemmeno il permesso di entrare nello stadio».

Un momento di particolare attenzione è stato quando ben due giornalisti in momenti temporali differenti hanno provato a sottolineare il fatto che anche nella passata stagione Florentino Pérez sostenne fermamente la posizione di Ancelotti, dopo la deludente sconfitta interna con lo Schalke 04 che rischiò di pregiudicare la stagione, salvo poi cacciarlo due mesi più tardi. Ma in entrambi i casi il numero uno merengue ha spiegato che «si trattano due casi differenti, perché in quell’occasione i giornali dissero che in caso di mancata vittoria nel prossimo match l’allenatore sarebbe stato esonerato, ma non era assolutamente vero, aveva ancora tutto il nostro appoggio». Quindi anche stavolta il messaggio non può che essere analogo: il tecnico ha tutto l’appoggio e la stima della società. Per adesso.

About Mihai Vidroiu 589 Articoli
Mi chiamo Mihai Vidroiu, ma per tutti sono semplicemente Michele, sono cresciuto a Roma, sponda giallorossa. Ho inoltre una passione smodata per il Villarreal, di cui credo di poter definirmi il maggior esperto in Italia, e più in generale per il calcio, oltre ad altri mille interessi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.