Coppa del Mondo U17: la Nigeria schianta il Brasile, Rigo trascina il Belgio, avanti anche Messico e Mali

Quarti di finale della Coppa del Mondo U17, ad imporsi sono le due squadre favorite al titolo, Messico e Nigeria, le finaliste della scorsa edizione ora si scontreranno in semifinale. Dall’altra parte il Belgio, seppur a fatica, riesce ad ottenere l’accesso al turno successivo dove incontrerà la sorpresa di questa competizione: il Mali.

Nel big match dei quarti di finale la Nigeria affronta il Brasile, due compagini favorite alla vittoria finale, la prima per quel che ha fatto vedere in campo, la seconda per il nome che porta. Il percorso delle due squadre è stato completamente opposto: la Nigeria ha sbaragliato gli avversari con continue goleade, l’ultima vittima è stata l’Australia, umiliata per 6-0. Non ha convinto invece il Brasile, che dopo un girone nel quale si sono viste più ombre che luci, agli ottavi di finale contro la Nuova Zelanda si è rischiato il totale fallimento vincendo in extremis per 1-0 su calcio di rigore allo scadere.
L’incontro fra Nigeria e Brasile non ha riservato dunque sorprese, gli africani si sono imposti per 3-0, i gol sono stati siglati nel corso del primo tempo, nell’arco di soli sei minuti. Ancora a segno Victor Osimhen, che sblocca la partita al 29′. E’ lui il vero protagonista di questa competizione, con 8 gol segnati in soli 5 match. Troneggiante attaccante di un metro e novanta, è fortissimo sul gioco aereo, ma sa cavarsela egregiamente anche con i piedi. Non appartiene ad alcun club, bensì è proprietà dell’Ultimate Strikers Accademy, una vera occasione per qualsiasi club che si voglia assicurare un’attaccante dal futuro roseo.

La Nigeria affronterà in semifinale il Messico, gli aztechi hanno battuto per 2-0 l’Equador con un gol per tempo, resistendo alle scorribande offensive dei sudamericani per poi colpire con delle pericolose ripartenze. A segno l’ala offensiva Zamudio, mentre nella ripresa il difensore Salazar raddoppia su calcio di rigore. Proprio la retroguardia è il punto forte di questo Messico che fino ad ora ha subito solamente due gol, Torres Mendez e Salazar vincono il confronto contro gli attaccanti equadoregni Pereira e Corozo, i quali hanno fatto molto bene nella fase a gironi e hanno schiantato la Russia agli ottavi di finale.

Altra africana ad accedere alle semifinali è il Mali, che batte di misura la Croazia con gol di Koita nel corso del primo tempo. Quello del Mali fino ad ora è stato un percorso perfetto, con la miglior difesa del torneo (un solo gol subito) e tanto spettacolo e organizzazione di gioco. A dispetto della Nigeria la stella di questa squadra è Haidara, eccellente centrocampista che l’allenatore Ba ha sempre impiegato come mezzala sinistra, ma in questa occasione, contro i croati, lo ha schierato di fronte la difesa nel 4-2-3-1, mettendone in risalto le capacità di interdizione e la buona visione di gioco. Si tratta di un risultato storico per la nazionale maliana, che migliora il proprio record nella competizione del 2001, dove uscì ai quarti di finale per mano dell’Argentina.

L’unica europea rimasta in gioco è il Belgio, i diavoli Rossi battono il Costa Rica per 1-0, decisiva la perfetta punizione calciata da Rigo nel primo tempo, con la palla che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Una conclusione imparabile, e un’altra prestazione memorabile per il giovane talento belga di proprietà del PSV, nonché uno dei giocatori più interessanti di tutta la competizione.

Tabellone semifinali:

sabato 5 novembre ore 21:00 Messico-Nigeria

sabato 5 novembre ore 00:00 Belgio-Mali

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.