Champions League, Girone H: lo Zenit stacca il pass per gli ottavi. Crollo Valencia in Belgio

Zenit aritmeticamente agli ottavi di finale. E’ questo il primo verdetto dato dal Girone H di Champions League, che i russi hanno saputo dominare fino ad oggi, ottenendo quattro successi in altrettante gare. Ai ragazzi di Villas Boas manca ora solo un punto per essere certi del primato.

OLYMPIQUE LYONNAIS – ZENIT SAN PIETROBURGO 0-2 (25′ e 57′ Dzyuba) – Una doppietta di Dzyuba permette allo Zenit San Pietroburgo di espugnare lo Stade de Gerland di Lione, volare a quota 12 punti (unica squadra a punteggio pieno nella massima competizione continentale per club), garantirsi il passaggio agli ottavi di finale e di poter ottenere il primo posto nel girone facendo un punto nelle prossime due gare. Uno Zenit brillante, con un Hulk nuovamente straripante, capace di concedere soltanto un’occasione degna di nota ai francesi (sciupata sciaguratamente da Yanga M’Biwa) nonostante l’assenza del leader difensivo Garay. Di contro, vanno evidenziati anche i limiti dei padroni di casa, fragili difensivamente e che, sin da inizio anno, complice l’assenza di Fekir che Valbuena sta solo parzialmente riuscendo a sostituire, in Champions League mostrano numerosi limiti. Per Fournier e compagnia la qualificazione agli ottavi è un miraggio, mentre possono ancora sperare nel ripescaggio in Europa League.

GENT – VALENCIA 1-0 (49′ Kums rig.) – Un rigore ad inizio ripresa concesso per un fallo di mano di Barragan e che capitan Kums trasforma – con il portiere degli spagnoli Domenech che riesce soltanto a sfiorare – permette alla formazione belga di battere tra le mura amiche il ben più quotato Valencia e di poter sognare ancora la qualificazione agli ottavi della competizione. Un successo meritato per il Gent, che anche oggi ha messo in mostra trame di gioco interessanti nel 3-4-2-1 schierato dal tecnico Vanhaezebrouck e che avrebbe forse anche potuto vincere con scarto maggiore. Di contro, il Valencia paga un approccio troppo soft alla partita, in cui sono mancati gli uomini chiave di Nuno Espirito Santo. La classifica dice: spagnoli a 6, belga a 4. Le prossime due gare – contro il quasi eliminato OL ed il già qualificato Zenit – significheranno tutto.

CLASSIFICA: Zenit 12, Valencia 6, Gent 4, Olympique Lyonnais 1.

About Matteo Mongelli 153 Articoli
Classe '94, piemontese di nascita, tra un esame universitario e l'altro segue il calcio alle temperature più improbabili, dalla Scandinavia alla vecchia terra degli Zar. Russofilo e (a breve) russofono, sogna di diventare direttore sportivo e di vivere a San Pietroburgo. Guai a disturbarlo quando gioca il Krasnodar: potrebbe uccidere.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.