Premier League; Hart saracinesca, United sarà per la prossima volta. Klopp è il nuovo mister X!

Hart

Intensissima e piena (o quasi) di gol la domenica di Premier League. A tenere banco è ovviamente il derby di Manchester, giocato all’Old Trafford e conclusosi a reti bianche grazie, soprattutto, ad una grande prova di Joe Hart. L’altro derby di giornata vede il tracollo del Newcastle contro un cinico Sunderland, i Magpies hanno di che recriminare! A Liverpool sembra ormai contagiosa la sindrome di Jurgen Klopp anche nota con il nome di pareggite acuta, mentre gli Spurs schiantano il Bournemouth grazie alla splendida prova di Harry Kane.

Tu non puoi passare!- Il 25/10/15 Joe Hart viene assunto da Frodo Baggins e compagni per una nuova avventura. Il portiere inglese ruba il posto a Gandalf e, non contento del torto rifilato al veterano, si esibisce con la frase tipica dello stregone: “Tu non puoi passare!”. L’invito, neanche troppo cortese, è riferito a Smalling che, su sponda di Fellaini, prova a regalare a Van Gaal i 3 punti nel derby di Manchester: ottima coordinazione per il #12 dello United ma Joe Hart ha qualcosa da ridire. Il nazionale inglese regala al City un punto piuttosto importante e decide di premiare la sua centesima rete inviolata portando a casa un palo da Old Trafford. Protagonista.

Stupisce ancora il neo-acquisto Kevin de Bruyne. Anche lui ingaggiato per far parte del cast del Signore degli Anelli, recita la parte di Frodo quando si infila l’anello e diventa invisibile. Casper. Continua invece ad incantare i suoi supporter Martial che in più di un occasione ha deciso di regalare giocate degne dei primi Harlem Globetrotter. Giocoliere.

Delitto perfetto allo Stadium of Light – I Black Cats zittiscono i Magpies (chiacchieroni, in italiano) con un roboante 3-0 che porta, neanche a dirlo, la firma di Adam Johnson. Secondo indagini recenti il Sunderland rinnoverà a vita l’esterno solo per farlo scendere in campo contro il Newcastle che, si dice, sia una squadra molto simpatica all’inglese a tal punto che i bookmakers hanno deciso di ritirare la quota “Adam Johnson segna al Newcastle: SI“. Quando vede bianconero si esalta, se giocasse in Italia sarebbe capocannoniere.

Il match lo sblocca appunto Johnson ma deve ringraziare Coloccini ed il genio Madley che, non solo assegna un calcio di rigore dubbio, ma poi espelle anche il difensore argentino rovinando una bella partita, giocata benissimo dai Magpies. Coloccini, espulso, ringrazia il refree e corre dal parrucchiere regalando a McClaren l’unica nota lieta della giornata insieme al decimo posto di Alonso nel GP degli USA, ah no quella era la Formula 1.

Jurgen Draw o Mister X? – Anfield Road ha trovato il suo beniamino ed è, ovviamente, Jurgen Klopp. Il nuovo allenatore del Liverpool ha le idee chiare su quale segno scegliere sulla schedina: X, fisso. I Reds passano in vantaggio grazie all’ennesimo gol di Benteke che si avventa sul pallone con un’irruenza incredibile e lo scaraventa in rete con un fantastico colpo di testa. Rambo 2.0.

Sembra tutto pronto per il primo successo del nuovo corso ed invece Moreno decide di rovinare la festa al suo coach prendendosi le meritate ferie e sdraiandosi a prendere il sole sul colpo di testa di Ramirez che porterà al gol di Sanè che, per un motivo ancora ignoto, decide di graziare Moreno rifilandogli un calcione inutile e prendendosi il secondo giallo. Salterà il match di coppa contro l’Aston Villa di mercoledì prossimo. “Poco male“- dichiarerà nel post partita- “il mercoledì sera giochiamo a Subbuteo da me, non potevo non esserci“. Nel frattempo la Fifa ha aperto un’indagine su quanti polmoni possiede James Milner. Dopo gli 11 Km del match è andato a New York, correndo ovviamente, ed ha vinto la maratona più famosa al mondo segnando un nuovo record mondiale. Non contento, in foto, mostra a Rose del film “Titanic” come si poteva tranquillamente stare in due sulla lastra di ghiaccio. Highlander.

Guess who’s back? The hurricane, Harry Kane – Incredibile ma vero! Harry Kane la smette di fare a sportellate con tutti i difensori e riesce addirittura ad infilare 3 gol contro il malcapitato Bournemouth. I padroni di casa perdono 5-1 ed ovviamente trovano il gol del vantaggio dopo soli 49 secondi di gioco con un bel tiro di Ritchie. Precoci.

In gol per gli Spurs anche Lamela nel suo miglior momento con la maglia del Tottenham. Il numero 11 è bravissimo ad approfittare dell’assist di Boruc che, per l’occasione, si toglie i guantoni e va ad abbracciare l’ex-Roma. Nell’intervallo tra primo e secondo tempo, ai microfoni della TV locale, dichiara di aver consigliato a Coloccini il suo parrucchiere di fiducia. Erik make up.

 

 

 

About Gianmarco Galli Angeli 210 Articoli
Classe 96. Aspirante giornalista e telecronista, coltiva la sua passione scrivendo per tuttocalcioestero.it. E' un amante sfrenato degli intrecci specie quando a fondersi sono calcio e storia, lato poetico in una vita fatta di prosa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.