Chinese Super League: Ti’ao Power verserà 1,12 miliardi di euro per i diritti tv

La Chinese Super League si appresta a diventare un campionato sempre più ricco. Il broadcaster Ti’ao Power ha strappato i diritti televisivi all’emittente di stato CCTV relativi al quinquennio 2016/2020 per una cifra pari a 1,12 miliardi di euro. A riportare la notizia è il sito sportbusinessmanagment.com

Nei primi due anni i club si spartiranno 140 milioni  stagione, la cifra poi raddoppierà nei restanti tre anni. A tale esorbitante cifra per un campionato asiatico si devono aggiungere gli introiti dello sponsor ufficiale della lega, la Ping As Insurance, la quale ha firmato un accordo per 600 milioni di yuan fino al 2018, una crescita esponenziale sotto questo punto di vista, merito soprattutto della vittoria del Guangzhou Evergrande nella AFC Champions League, che ha convinto molti importanti sponsor ad affiancare il proprio nome a quello della CSL. Un eventuale vittoria della squadra del Canton, pure questo anno nella competizione continentale, potrebbe rendere il campionato ancora più ricco.

 

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.