Europa League, girone K: K come… Knappen! Di Santo esalta lo Schalke

Schalke Europa League

Il girone K di Europa League è terreno di conquista per lo Schalke. Questo si desume dopo due incontri, quello di stasera non ha avuto storia. L’Asteras, dopo aver pareggiato all’esordio contro lo Sparta Praga, è stato asfaltato in casa dei tedeschi. Gara senza storia, mattatore di serata è Franco Di Santo. Alla mezz’ora Riether lo serve, conclusione che va sul palo interno e rotola alle spalle di Thodoropoulos. E uno. Huntelaar sfiora il raddoppio di testa, bravo in questo caso il portiere. Al minuto 37 Di Franco si ripete, incornata su cross di Geis dalla bandierina, poi pure il tris su calcio di rigore. Gara già conclusa dopo una frazione di gioco, Breitenreiter può dosare le energie e toglie dal campo l’ottimo Geis e il bomber Di Santo, accompagnato dall’ovazione del pubblico. C’è giusto il tempo per un sigillo di Huntelaar (49esimo nelle competizioni europee, numeri da bomber di razza) a chiudere i giochi, gli ospiti escono dal campo con le orecchie basse. Nessuna vittoria nelle ultime sei partite continentali.

Pochi problemi pure per lo Sparta Praga nell’altro match del gruppo K di Europa League. Lo Stadion Letná si conferma fortezza inviolabile, da ben dieci partite i cechi non cadono tra le mura amiche. Fatai nel primo tempo, Brabec nella ripresa, il 22 ottobre i cechi andranno a far visita allo Schalke nel match che con tutta probabilità deciderà gli equilibri del raggruppamento.

Europa League, Gruppo K. Classifica

Schalke 6
Sparta Praga 4
Asteras 1
APOEL 0

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.