Tottenham-Manchester City 4-1, arbitri e citizens imbarazzanti

tottenham-manchester city 4-1

Comincia con un incredibile 4-1 rifilato dal Tottenham al Manchester City il settimo turno di Premier League. Caduta fragorosa dell’undici di Pellegrini, la terza di fila tra Champions e campionato (in settimana c’è stata il passaggio del turno in Capital One Cup), che può costare la vetta della classifica se lo United, impegnato alle 16.00, regolerà in casa proprio il Sunderland. Un crollo verticale che ha vanificato in 10 giorni l’inizio a tutta birra dei citizens che sembravano poter ammazzare già prima di Natale la Premier e che invece sono avanti solo di tre punti rispetto al Tottenham di Pochettino, reduce da un primo mese francamente mediocre. I giochi si sono totalmente riaperti, complici diversi fattori che hanno reso il primo pomeriggio di White Hart Lane un incubo per il City: Hart, acciaccato, in panchina, Caballero disastroso. Kompany e Silva out. E, soprattutto, un arbitraggio pessimo. Decisivo per la vittoria degli spurs, ma che lo sarebbe stato anche con esito opposto, visto il gol del vantaggio ospite di De Bruyne in fuorigioco. Ma andiamo con ordine.

Inizio subito a ritmi alti, ispiratissimi Aguero da una parte e Lamela dall’altra. Occasioni chiarissime non si registrano, Lloris e Caballero sono comunque spesso chiamati in casa. La partita si “spacca” al 25′: Walker perde palla in attacco e ispira il contropiede del Manchester City, condotto e rifinito da Yaya Touré e concluso dal perfetto diagonale di De Bruyne, al secondo centro consecutivo in campionato, terzo se si considera anche la rete in Coppa di Lega col Sunderland. Occhio però, il belga parte in fuorigioco, anche se non chiarissimo. Gli spurs accusano il colpo, rischiano subito il tracollo: miracoloso Lloris sul destro a fil di palo di Sterling.

E’ l’episodio che fa girare la partita. Il Tottenham capisce presto che la difesa ospite, con Demichelis e Otamendi impresentabili, sbanda parecchio: proprio su un liscio dell’ex Valencia nasce una golosa opportunità che Kane spreca con un destro dal limite fiacco e fuori misura, invece di allargare per il libero Eriksen. Poco dopo Lamela manda alle stelle da ottima posizione, poi ispira ancora Kane che riesce a girarsi in un fazzoletto ma trova la respinta di Caballero. La partita del portiere ex Malaga si chiude lì: al 45′, dopo aver ribattuto in uscita bassa su Son (cross di Walker in netta posizione di fuorigioco), osserva inerme il rasoterra dai 30 metri di Dier che si infila nell’angolo alla sua destra. Ingenuità imperdonabile e che non sarà l’ultima del match.

A inizio ripresa, infatti, la seconda “mezza papera”: Caballero non esce sulla punizione battuta dalla destra, ne approfitta Alderweireld che di testa, praticamente spalle alla porta, porta in vantaggio i suoi. Navas sostituisce Yaya Touré, Aguero si spegne lentamente e il Manchester City finisce per crollare definitivamente al 61′: Eriksen calcia una punizione perfetta che si stampa sull’incrocio dei pali, la palla vagante è ribadita in rete da Kane, al primo centro stagionale giunto alla decima presenza. Proteste furibonde, il fuorigioco del giovane centravanti è millimetrico ma facile da rilevare in quanto poco più in là della linea dell’area di rigore. Del City si perdono le tracce, a Son viene annullato un gol – stavolta sì – per offside. Il 4-1 arriva qualche minuto dopo, al 79′, per opera di Lamela, tra i migliori in campo: il “Coco” è servito da Njie praticamente tutto solo in area, ha il tempo per dribblare Caballero e di insaccare a porta vuota. L’umiliazione è servita, gli spurs siglano 4 gol in una partita dopo averne realizzati cinque nelle prime sei. E’ la Premier League ragazzi, welcome to the jungle!

TOTTENHAM-MANCHESTER CITY 4-1: 25′ De Bruyne (MC), 45′ Dier, 51′ Alderweireld, 61′ Kane, 79′ Lamela

tabellino tottenham-manchester city 4-1

About Alfonso Alfano 1757 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.