Ligue 1: l’OM si salva allo scadere, risale il Lione

ligue 1

LIGUE 1. Primo punto esterno del Marsiglia che si salva a Toulouse grazie ad un goal di Batshuayi, giunto a venti secondi dal novantesimo. La squadra di Michel fa così un passo avanti in classifica ma non appare del tutto guarita, dopo aver rischiato un altro ko esterno. Un ko che sembrava ormai alle porte dopo la rete di Braithwaite e l’espulsione di Mendy, appena entrato in campo. Le due successive espulsioni tra i padroni di casa (Moubandje e Yago), però, riaprivano la gara e allo scadere giungeva il pareggio marsigliese.

Chi riprendeva la rincorsa verso i primi posti della Ligue 1 era il Lione che si imponeva 2-0 in casa contro il Bastia. Un goal per tempo per la compagine di Fournier: il primo arrivava al 18′ con il giovane attaccante Kalulu (classe 1996) che a tu per tu con il portiere ospite lo saltava prima di depositare in rete a porta sguarnita. Nella ripresa, disputata in superiorità numerica per l’espulsione di Kamano al 45′, i padroni di casa gestivano agevolmente la gara, bench la rete della sicurezza la siglasse Tolisso solamente all’88’.

Grazie a questo successo il Lione saliva al quarto posto, ma restava sempre a quattro lunghezze dagli storici rivali del Saint-Etienne, secondi in classifica in solitaria dopo il successo esterno a Troyes. Ai verdi bastava una sfortunata autorete di Ayasse in apertura per assicurarsi i tre punti e staccare il Rennes, fermato ad Ajaccio.

Proprio il risultato scaturito in Corsica era uno dei più sorprendenti della giornata. In vantaggio con una punizione di Larbi allo scadere del primo tempo, i padroni di casa venivano raggiunti solamente all’ultimo minuto di gioco dalla rete di Sio che ristabiliva la definitiva parità ed impediva al Gazelec di cogliere la prima storica vittoria in Ligue 1.

Risultato sorprendente, soprattutto per il numero di reti, anche a Nizza dove i rossoneri sommergevano per 6-1 il Bordeaux. Eppure, erano stati i girondini a portarsi in vantaggio dopo solo sei minuti con Plasil, bravo a chiudere una bella azione collettiva. Il vantaggio degli ospiti durava oltre la mezz’ora, ma un imperioso colpo di testa di Germain riequilibrava le sorti dell’incontro. Prima dell’intervallo, il Nizza prendeva il comando dell’incontro grazie a Le Bihan che approfittava di una corta respinta di Carrasso. Nella ripresa, il Bordeaux restava in 10 per l’espulsione di Crivelli ed i locali dilagavano: un autorete di Pallois ed una doppietta di uno scatenato Ben Arfa (quarta rete nella Ligue 1 2015/2016, lo stesso score del compagno Germain) sentenziavano la sfida, prima che Alexandre Mendy lasciasse, anche lui, il timbro sulla partita.

Infine, successo del Lorient che bissava la vittoria ottenuta a Monaco, superando 2-0 il Caen, una delle sorprese di questo avvio di Ligue 1. Moukandjo al 13′ e Waris al 36′ gli autori delle reti che decidevano la partita in favore dei bretoni.

 

Toulouse-Marsiglia 1-1 (67′ Braithwaite, 90′ Batshuayi)

Lione-Bastia 2-0 (18′ Kalulu, 88′ Tolisso)

Troyes-Saint-Etienne 0-1 (13′ aut. Ayasse)

Gazelec Ajaccio-Rennes 1-1 (45′ Larbi, 89′ Sio)

Nizza-Bordeaux 6-1 (6′ Plasil, 33′ Germain, 42′ Le Bihan, 52′ aut. Pallois, 69′ e 75′ Ben Arfa, 85′ A.Mendy)

Lorient-Caen 2-0 (13′ Moukandjo, 36′ Waris)

 

About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.