Liverpool-Norwich 1-1: I Reds non sanno più vincere, adesso Rodgers é appeso a un filo!

Liverpool

Oggi ad Anfield vanno in campo due squadre con ambizioni ed obiettivi differenti: il Liverpool ogni anno viene formato per poter vincere la Premier o comunque aggiudicarsi un posto Champions mentre per il Norwich la salvezza é l’unico traguardo da ottenere. Eppure sono lì, a braccetto a metà classifica con 7 punti a testa.

Inizio di match con tanti errori da una parte e dall’altra, bisogna attendere il 17′ per la prima vera offensiva quando Milner ci prova da fuori ma é sfortunato nel trovare un difensore avversario a ribattere il suo tiro a botta sicura. Ogni azione Reds parte dalla sinistra, Moreno é sicuramente il più intraprendente dei suoi e macina chilometri su chilometri facendo impazzire il suo diretto avversario Whittaker.
L’azione più limpida del primo tempo porta la firma di Sturridge che lanciato a porta vuota vede chiudersi lo specchio da un miracolo del portiere ospite Ruddy.
In questa fase della gara il Liverpool sembra essere uscito dal guscio e si fa vedere con una certa frequenza dalle parti dell’area avversaria, ci prova anche Coutinho ma il colpo di testa non è proprio la specialità della casa e si vede. L’ultimo brivido del primo tempo lo regala ancora Milner con un tiro al volo da fuori sul quale è ancora attento l’estremo difensore del Norwich.

Solo Liverpool nella prima frazione di gara ma gli uomini di Brendan Rodgers faticano a trovare la via del gol.
All’intervallo il tecnico dei Reds lascia negli spogliatoi un deludente Benteke, al suo posto entra Ings che dopo appena tre minuti dall’inizio della ripresa scappa sul filo del fuorigioco e batte Ruddy portando il Liverpool in vantaggio e ripagando così la fiducia del suo allenatore. Cambio azzeccato quello di Rodgers che vede premiata la sua intuizione, non male in un momento dove la critica non é certo dalla sua parte.
Con il Liverpool in vantaggio cambia la partita, gli ospiti devono per forza di cose aprirsi per cercare il pareggio e la squadra di casa trova inevitabilmente più spazi. Spazi che ci sono ma non vengono sfruttati dai Reds e così, al minuti 61, il capitano e difensore goleador Martin raccoglie una respinta di Mignolet e pareggia la gara.
Già tre gol per lui in questo avvio di Premier League che lo consacrano come una delle rivelazioni del campionato in corso. I padroni di casa non si svegliano e al 64′ ci vuole un miracolo di Mignolet per tenere a galla il Liverpool, molto bravo il portiere belga su Cameron Jerome che aveva provato la deviazione da due passi. Rodgers vede i suoi in difficoltà e corre ai ripari inserendo Lallana e Firminio, é proprio il brasiliano ex Hoffenheim un minuto dopo il suo ingresso in campo a scaldare i guantoni di Ruddy, ancora una volta attento a respingere gli attacchi Reds. Al 77′ l’ultima occasione per ritrovare il vantaggio porta la firma di Coutinho che vola da solo verso la porta avversaria ma spreca tutto calciando addosso al solito Ruddy che dice di no al brasiliano. Negli ultimi minuti della partita é forcing Liverpool alla ricerca del gol vittoria, ci provano a ripetizione prima Ings e poi Coutinho ma non c’è nulla da fare. Il Norwich si difende con le unghie e con i denti e respinge gli attacchi dei padroni di casa fino al 94′ portando a casa un ottimo risultato, soprattutto considerando che si giocava fuori dalle mura amiche. Per il Liverpool ennesimo passo falso, la vittoria manca ormai da troppo tempo per poter rimanere attaccati al carro delle grandi; su Brendan Rodgers pioveranno ancora critiche e la parola “esonero” tornerà a risuonare forte dalle parti di Anfield Road.

About Giuseppe Romano 122 Articoli
Amante e vero appassionato di calcio, tifosissimo e "super esperto" dell'Inter, amo anche il calcio inglese dove ho un debole per il Liverpool e per lo Special One! You'll Never Walk Alone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.