Cina-Hong Kong: tensione alle stelle fra le due federazioni a poche ore dal match

Esiste una democrazia in Cina che è diritto esclusivo di sei milioni di persone, fatto mai tollerato dal governo di Pechino. Anche il calcio così diventa motivo di forte polemica fra Cina e Hong Kong, la tensione fra le due squadre è altissima a poche ore dall’inizio del match valido per le qualificazioni alla coppa del mondo russa. Il motivo della diatriba è  l’infelice comunicato rilasciato dalla Chinese Football Association nel mese di luglio:

“Hong Kong è un avversario da non sottovalutare perché la loro squadra è composta da gente bianca, nera e gialla”

Subito pronta la replica: “Non permettete a nessuno di guardarvi dall’alto verso il basso – si legge –. E’ vero, la nostra nazionale è composta da giocatori dalle origini differenti ma tutti hanno un unico obiettivo: difendere i colori di Hong Kong. E per questo dovete sempre sostenerci”. 

Quella di Hong Kong è una rappresentativa multietnica i quali giocatori militano per la maggior parte nel campionato nazionale: il difensore inglese Jack Saley, il brasiliano Robson Leung e i ghanesi i ghanesi Christian Annan e Godfred Karikari, quest’ultimo milita nel Beijing BC nella League One cinese, mentre Bai He nel Shijiazhuang.

Il match è di importanza vitale per l’economia del girone: Hong Kong ha iniziato il suo cammino verso le qualificazioni alla coppa del mondo nel migliore dei modi con due vittorie: un sontuoso 7-0 contro il Buthan e un 2-0 ai danni delle Maldive, guadagnandosi così la vetta della classifica. La Cina invece ha disputato fino ad ora un solo incontro dilagando sul Buthan per 6-0. Vincendo oggi la nazionale guidata da Perrein si porterebbe al primo posto nel girone, ma Hong Kong è un avversario ostico, che potrebbe concorrere, per quel che si è visto sino ad ora, al secondo posto nel girone assieme al Qatar.

L’ultimo precedente per le qualificazioni alla coppa del mondo del 2006, ha visto la Cina trionfare per 7-0 su Hong Kong, ma è ancora vivo il ricordo del 1986, quando la piccola democrazia eliminò i propri avversari per 2-0.

 

 

About Nicholas Gineprini 544 Articoli
Sono nato a Urbino il 2 maggio 1991. Nel luglio 2015 ho conseguito la laurea in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Mi occupo di giornalismo sportivo con un'attenzione particolare al lato economico e allo sviluppo del calcio in Cina, che approfondisco nel mio Blog Calcio Cina. Nel febbraio 2016 ho pubblicato il mio primo libro: IL SOGNO CINESE, STORIA ED ECONOMIA DEL CALCIO IN CINA, il primo volume, perlomeno in Europa a trattare questo argomento. Scrivo anche di saggistica (sovversiva) per kultural.eu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.