Union Berlin: esonerato Norbert Düwel. Attesa conferma per Lewandowski

https://www.tuttocalcioestero.it/mondo/brasile

Norbert Düwel non è più l’allenatore dell’Union Berlin: è la stessa società a comunicarlo, un po’ a sorpresa, sul proprio sito, nella prima mattinata di lunedì. “Norbert Düwel ha reagito con coraggio e coerenza a gran parte di quello che ci aspettavamo dal suo impiego ed è stato chiamato anche a prendere decisioni difficili, ha detto il presidente Dirk Zingler, “tuttavia – continua la nota – siamo convinti che un cambio di allenatore sia necessario per raggiungere gli obiettivi”. Dura, così, poco più di un anno, l’avventura di Düwel sulla panchina della squadra berlinese: il 47enne di Altötting, in Baviera, arrivato nel luglio 2014 per sostituire Uwe Neuhaus, paga l’inizio di stagione a singhiozzo senza vittorie in campionato, con continue rimonte nel finale e soprattutto paga l’eliminazione dell’Union Berlin al primo turno di DFB Pokal (Coppa di Germania) contro il Viktoria Köln, formazione di quarta serie.

Come riporta il quotidiano berlinese BZ, Düwel è stato informato questa mattina stessa: alle 7.22 il presidente Dirk Zingler è entrato nel suo ufficio, seguito, alle 7.50 dal direttore sportivo Nico Schäfer. Sei minuti più tardi, alle 7.56, dopo una stretta di mano ed un abbraccio, Düwel ha ricevuto la comunicazione. “Auguriamo tutto il meglio sia personalmente che professionalmente” si legge a conclusione della nota.

Sempre secondo BZ, la società di Köpenick avrebbe già scelto il suo successore: indiscrezioni vedrebbero la panchina affidata a Sascha Lewandowski, allenatore del Bayer Leverkusen, dal 2012 al 2013, assieme a Sami Hyypiä e attuale allenatore delle giovanili del club delle Aspirine.

About Giovanni Sgobba 114 Articoli
Giornalista, nato a Bari in un ambiente dove gli si diceva di tifare per i bianco-rossi, ha seguito il suggerimento alla lettera appassionandosi all'Union Berlin. Fidanzato ufficialmente con il club dal 12 agosto del 2012 quando ha assistito ad una partita per la prima volta nello stadio An der Alten Försterei. Ama i cappelli: i suoi, quello di De Gregori, di Charlie Brown, di Alan Grant e di Nereo Rocco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.