Liga, solo due goal nelle prime cinque partite; vince l’Atletico Madrid

liga

La Liga, il campionato delle grandi stelle, solitamente generoso in tema di goal e spettacolo, ha deluso le aspettative delle vigilia ed ha regalato, nei primi cinque match giocati fra ieri e oggi, ben tre risultati a reti bianche e due sole reti. Un bottino, francamente, che mal si abbina con la tradizione del campionato spagnolo. Cambia di mentalità? Impossibile dirlo dopo la disputa di sole cinque partite della giornata inaugurale, condizionata, giocoforza, da una condizione fisica dei giocatori non ancora eccelsa e in alcuni campi dalle temperature decisamente estive. Ma qualche novità, ad esempio al Calderon, si è vista.

Il Las Palmas, decisamente in controtendenza con la tradizione spagnola, si è presentato al cospetto dell‘Atletico Madrid con un atteggiamento oltremodo conservativo, con la difesa a cinque e le linee di centrocampo e difesa in molti casi sovrapposte. L’intento unico e univoco era quello di strappare il punticino. Ma al quarto d’ora, Griezmann ha fatto saltare il bunker giallo con una splendida punizione su cui nulla ha potuto l’estremo difensore ospite. E per il Cholo, a conti fatti, il goal giunto dopo solo quindici minuti è stato un vero e proprio toccasana. Senza la prodezza da palla inattiva del francese, infatti, l’Atletico Madrid avrebbe rischiato seriamente di non portare a casa l’intera posta in palio, complice un Las Palmas che, di fatto, ha assunto un atteggiamento propositivo solo per alcuni brevi tratti della ripresa, dove ha costretto Oblak a due difficili interventi. Male la prima di Jackson Martinez, apparso ancora un corpo estraneo alla filosofia cholista, bene, invece, Oliver Torres, tornato alla casa madre dopo l’ottima stagione trascorsa al Porto.

Anche l’altro goal del sabato spagnolo è arrivato su calcio di punizione. E come nel caso di Griezmann, si è trattata di una vera e proprio perla. A realizzarla è stato Salva Sevilla, che ha deciso Espanyol-Getafe con una magia, una splendida punizione che si è insaccata nel sette lasciando inerme il “povero” Guaita. Finiscono a reti bianche, invece, le altre due partite in programma oggi, che fanno il paio col risultato ad occhiali maturato ieri in Malaga-Siviglia. Tanti sbadigli a La Coruna, dove il Deportivo si è fatto bloccare dal Real Sociedad di David Moyes; da segnalare il debutto con la maglia dei baschi di Jonathas, ex attaccante di Latina e Brescia, esploso lo scorso anno nell‘Eibar, dove ha messo a segno la bellezza di 15 reti al primo anno nella Liga spagnola. Solo un punto anche per il Valencia, con la testa al match in programma martedì a Montecarlo, dove dovrà difendere il 3-1 maturato al Mestalla e guadagnare l’accesso alla fase a gironi della Champions. La squadra di Nuno, oltretutto, può dirsi soddisfatta del punticino guadagnato: il Rayo Vallecano, specie nel finale, ha sciupato alcune nitide palle-gol per far sua l’intera posta in palio.

LIGA, RISULTATI PRIMA GIORNATA 

Malaga-Siviglia 0-0 giocata venerdì

Deportivo La Coruna-Real Sociedad 0-0

Espanyol-Getafe 1-0 (Salva Sevilla 3′)

Atletico Madrid-Las Palmas 1-0 (Griezmann 15′)

Rayo Vallecano-Valencia 0-0

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.