Portogallo: Sporting all’ultimo respiro, Porto in scioltezza al debutto di Casillas

portogallo

C’era grande attesa in Portogallo per l’avvio della Superliga, che quest’anno, oltre alla storiche Porto e Benfica, vede lo Sporting Lisbona come autorevole candidata per il titolo. E sono stati proprio i Leoes, autori di un calciomercato a dir poco scoppiettante che ha visto arrivare in biancoverde giocatori come Teo Gutierrez e Alberto Aquilani, a dare il via al campionato portoghese nell’anticipo del venerdì contro la matricola Tondela, alla prima apparizione nella Primeira Liga. La squadra allenata ad Jorge Jesus, autore, quest’estate, di un clamoroso passaggio dal Benfica all’altra sponda di Lisbona, ha dominato per lunghi tratti la scena, ma per aver la meglio dei giallo-verdi ha dovuto attendere il novantaseiesimo! I capitolini, infatti, sono passati in vantaggio per primi, al quindicesimo, con Joao Mario, che ha approfittato di un cross sporco di Bryan Ruiz deviato di testa da un difensore avversario e fulminato Jones in semi-acrobazia.

SPORTING ALL’ULTIMO RESPIRO – I Leoni, poi, hanno sprecato l’impossibile. E sono stati puniti alla prima vera occasione creata dal Tondela, anche se lascia perplessi la decisione di considerare involontario il fallo di mano con cui Luis Alberto ha realizzato il momentaneo pareggio. Il forcing finale dello Sporting è stato premiato al sesto minuto di recupero. Ma anche in questo caso, l’operato di Carlos Miguel Taborda ha lasciato perplessi. La giacchetta nera ha concesso un calcio di rigore, all’apparenza netto, per un fallo di Murillo ai danni di Gelson Martins, ma la rimessa laterale di Joao Pereira, dalla quale è scaturita l’azione che ha portato al penalty, viene eseguita con i piedi all’interno del rettangolo verde. Dal dischetto si è presentato Adrien Silva, che ha spiazzato Jones e regalato i primi tre punti stagionali alla squadra di Jorge Jesus.

PORTO IN SCIOLTEZZA – Tutto estremamente semplice, invece, per il Porto di Lopetegui, rinnovato in diversi elementi della rosa, ma smanioso di riconquistare lo scettro di Re del Portogallo. I Dragoes, impegnati in casa contro il Vitoria Guimares, hanno dominato sin dalla prime battute, costringendo la squadra ospite a rintanarsi nella propria metà campo. Dopo un tiro di Imbula che si perde alto, di poco, sopra la traversa, la squadra a strisce bianco-blu ha sbloccato il match grazie ad una sfortunata deviazione di Joao Afonso su una conclusione spiccata da Aboubakar. Il vantaggio dei Dragoes non ha cambiato il canovaccio tattico del match, con i padroni di casa in costante proiezione offensiva e gli ospiti, invece, arroccati in difesa. La squadra di Lopetegui ha trovato il raddoppio, dopo aver fallito diverse palle-gol, solo al quarto d’ora della ripresa.

ABOUBAKAR SUPERSTAR – E l’autore è stato ancora Aboubakar, abile nello sfruttare un assist di Maxi Pereira, bravo, a suo volta, nel rubare palla nella metà campo avversaria e ad innescare il compagno di squadra camerunense. La seconda rete del numero nove locale, ha messo, di fatto, la parola fine all’incontro. Nel finale, però, il Porto ha trovato il tempo per realizzare la terza rete con Varela, che ha fulminato il portiere avversario sul primo palo con una potente conclusione di destro. Nelle file dei Dragoni, bene i nuovi acquisti Imbula (molto attivo anche in fase offensiva), Maxi Pereira (mette lo zampino in due dei tre goal) e Iker Casillas, quest’ultimo poco sollecitato ma comunque attento nelle uniche due occasioni in cui è stato chiamato in causa.

ATTESA PER IL DEBUTTO DEL NUOVO BENFICA – Nell’altro match del sabato portoghese, pirotecnico 3-3 fra Belenenses e Rio Ave. La squadra di casa è andata in svantaggio (clamorosa incertezza dell’estremo difensore locale, Hugo Ventura), ma ha ribaltato la situazione e, al quarto d’ora della ripresa, si è portata sul 3-1 grazie alle marcature realizzate da Brandao, Pinto e Carlos Martins. Nel finale, però, il Rio Ave compie l’impresa della giornata e coglie un 3-3 insperato. Oggi, invece, si giocano altre cinque partite della prima giornata della Primeira Liga, che si concluderà, domani, col posticipo Paços-Academica. Grande attesa per il debutto del Benfica, totalmente rivoluzionato dal mercato e che vede debuttare in panchina il giovane Rui Vitoria, reduce da alcune buone stagioni a Guimares. Desta curiosità anche per lo Sporting Braga, che sarà guidato in panchina da Fonseca, alla seconda chance sulla panchina di una big lusitana dopo il fallimento, due stagioni fa, alla conduzione tecnica del Porto.

PORTOGALLO PRIMEIRA LIGA, RISULTATI PRIMA GIORNATA

Tondela-Sporting Lisbona 1-2

Belenenses-Rio Ave 3-3

Porto-Vitoria Guimares 3-0

Vitoria Setubal-Boavista (h.17,00)

Uniao Madeira-Maritimo (h.17,00)

Moreirense-Arouca (h.18,00)

Sporting Braga-Nacional (h.19,15)

Benfica-Estoril (h.21,30)

Paços de Ferreira-Academica (domani,h. 21,00)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.