Ranieri e Nicolò Napoli, italiani in vetta in Premier League e in Romania

nicolò napoli

Della sonante vittoria del Leicester City di Claudio Ranieri sul Sunderland di Dick Advocaat per 4-2 (doppietta di Mahrez) gli appassionati di Premier League inglese avranno già letto. Che il nostro ‘Tinkerman’ (maneggione, aggiustatutto) come ormai gli inglesi hanno soprannominato Claudio Ranieri, abbia celebrato il suo trionfale rientro in Premier a undici anni dall’esonero del Chelsea, anche. Certo non capita spesso ai sostenitori del Leicester vedere la loro squadra in vetta alla classifica e così, nonostante il ‘maneggione’ non sia stato bene accolto, ingaggio ‘non ispirato’ era stato definito da Gary Lineker, mito del tifo locale, il Leicester per il momento sembra aver trovato la quadratura del cerchio e quando qualcosa non andrà, prima o poi succede, ci penserà il nostro simpatico ‘maneggione’ sempre pronto a riparare tutto e così ingiustamente bistrattato anche dalla stampa italiana. A parte la Grecia, incidente di percorso, Ranieri ha sempre fatto bene, inspiegabilmente senza clamore, creando invece, intere campagne stampa contrarie, quando qualcosa non è andata come doveva. Ingiustizie del mestiere.

Di Nicolò Napoli e del suo CSMS Iasi in vetta in Romania in Liga I, invece, si è letto meno. Napoli sembra essere stato adottato stabilmente dalla Serie A rumena, Astra Ploiesti, Turnu Severin, Universitatea Craiova, le tappe precedenti a questo suo approdo allo Iasi, dove sembra aver trovato terreno fertile per esprimersi al meglio. L’obiettivo per questa stagione è la salvezza, ma l’andamento della squadra lascia sperare in ben altro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.