Ligue 1, rimonte di Reims e Tolosa; Lione bloccato in casa

ligue 1 lione-lorient

Due partite nel pomeriggio, poi l’impegno casalingo nel posticipo serale del Lione. La domenica di Ligue 1 ha riservato grosse sorprese dopo il placido sabato sera ravvivato soprattutto dal derby della Costa Azzurra tra Nizza e Monaco che vi abbiamo raccontato in diretta. Vediamo oggi cos’è accaduto.

BORDEAUX-REIMS 1-2: 41′ Khazri (B), 80′ De Preville, 87′ Siebatcheu

Alla seconda partita ufficiale, il “Nouveau Stade” di Bordeaux (per la verità con parecchi spazi vuoti, probabilmente la capienza – 42mila spettatori – è esagerata per il campionato francese) perde già la propria inviolabilità. I “girondini” hanno infatti rovinato con dieci minuti inopinati la prima di campionato contro il Reims, partita condotta per larghi tratti dai ragazzi di Sagnol che hanno sprecato anche il vantaggio siglato a fine primo tempo da Khazri. In precedenza, il Bordeaux era già andato vicino all’1-0 con Diabaté, stoppato dal grande intervento di Agassa. Il portiere ospite ha però vanificato tutto con un’uscita con presa difettosa su cross di Poundjé: sul pallone vagante si è avventato Khazri che ha infilato il primo gol stagionale in Ligue 1. Nella ripresa padroni di casa vicini al raddoppio col pallonetto, di un soffio a lato, di Poko e con una bella conclusione di Sané. Negli ultimi dieci minuti il patatrac, col Reims capace di ribaltare il punteggio grazie a due neo-entrati. In entrambe le occasioni assist di Grejohn Kyei: la punta classe ’95 ha prima stoppato alla perfezione, in area, un lancio proveniente dalle retrovie per poi servire in mezzo De Preville (che realizza anche con un pizzico di fortuna), e poi – sette minuti più tardi, all’87’ – si è reso protagonista della sponda che ha lanciato in profondità Siebatcheu. Bravo, il 19enne, a battere Carrasso – acciaccato per un problema accusato nel riscaldamento – con un preciso diagonale.

TOLOSA-SAINT ETIENNE 2-1: 17′ Perrin (SE), 26′ Braithwaite, 53′ Ben Yedder

Il Tolosa volta pagina dopo le tante annate di gioco poco spettacolare che hanno caratterizzato l’era Casanova: la prima di Arribagé in panchina è segnata oltre che dalla rimonta vincente sul Saint Etienne anche da un calcio gradevole che ha raccolto gli applausi dello Stadium Municipal, ancora “sfigurato” per i lavori in vista di Euro 2016. Non è bastato all’ASSE il vantaggio siglato di testa, su azione d’angolo, dal solito Perrin – uno dei difensori goleador della Ligue 1: rovinato, così, il debutto tra i pali dell’ex Roma Goicoechea. Il Tolosa ha reagito subito, miracoloso l’intervento di Ruffier su Braithwaite. Proprio il calvo portiere ospite si è però reso protagonista in negativo durante il resto del match. Al 26′ è poco reattivo sulla punizione da lontanissimo, quasi rasoterra, proprio di Braithwaite: 1-1. Ad inizio ripresa, poi, fa addirittura peggio su un altro calcio piazzato, questa volta ad opera del sempre positivo Ben Yedder. I padroni di casa restano in dieci nel finale per l’espulsione di Pesic (duro tackle su Perrin), ma la storia non cambia e il Saint Etienne comincia il campionato in salita.

LIONE-LORIENT 0-0

Inizia con un deludente pari a reti bianche la Ligue 1 2015-16 del Lione, vice-campione di Francia in carica. L’Olympique, con Rafael schierato dal primo minuto dopo aver salutato in estate il Manchester United, avrebbe meritato probabilmente i tre punti ma gli uomini di Fournier non hanno fatto granché per assicurarsi il bottino pieno. Va detto, comunque, che quanto accaduto al 16′ ha del clamoroso: doppio palo nella stessa azione per l’OL, prima con Fekir (probabilmente il migliore dei suoi) con un sinistro su assist di Beauvue, poi con Lacazette di testa dopo la respinta di Lecomte sul primo tentativo della punta nel giro della nazionale. Insomma, triplice occasione con due pali, il filmato qualche anno fa sarebbe finito diritto nella rassegna di Mai dire Gol. Lorient, al solito, ordinato in difesa ma pericoloso in contropiede: al 37′ Mesloub lancia Guerreiro che riesce a dribblare anche Lopes, in uscita disperata. La punte dei “merluzzi” si allarga forse un po’ troppo ma riesce lo stesso a centrare lo specchio della porta, colpendo però anche la testa di Umtiti che devia sulla traversa. Sono le uniche grosse occasioni della partita, nella ripresa si segnala una conclusione sballata di Fekir da ottima conclusione, un altro grosso intervento di Lecomte sul destro dalla distanza di Mvuemba e l’infortunio, che sarà valutato nelle prossime ore, di Lacazette ormai vicinissimo al rinnovo contrattuale col Lione.

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1745 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.