Ligue 1: Caen che abbaia… Morde l’OM. La matricola Angers espugna Montpellier

Ligue 1 Bielsa Marsiglia

Bentornata Ligue 1! Ieri l’antipasto con la vittoria del Psg (clicca QUI per la cronaca), stasera la portata principale con ben sei gare. Il Derby della Costa Azzurra ha sorriso al Monaco (clicca QUI per la cronaca), ma per qualcuno questa serata è davvero amara. Il Marsiglia ha alimentato grandi speranze lo scorso anno, poi il giocattolino si è rotto e il meccanismo perfettamente oliato da Bielsa è andato in mille pezzi. L’OM vorrebbe stupire ma a sorprendere gli appassionati è il clamoroso tonfo rimediato all’esordio tra le mura amiche. Peggio di così non poteva iniziare la Ligue 1 2015/2015 del Marsiglia, un tonfo che fa male. Al minuto 27 Delort si inventa un gol favoloso: legnata da fuori che lascia di sale il povero Mandanda. Tre punti che il Caen forse non si sarebbe mai sognato di conquistare, tre punti che torneranno comodi per i tempi bui. L’OM ci prova, 66% di possesso palla a fine partita, però nessuna delle numerose azioni si traduce in gol. Presto per stabilire se pure questo sarà un anno di delusioni per la banda del Loco, chi invece parte con il piede giusto è il Bastia. Rennes avanti a sei minuti dall’intervallo, Giovanni Sio va più in alto di tutti sul cross di Baal e mette nel sacco. La squadra corsa però trova il pari con Aiyte e il vantaggio, sugli sviluppi di un corner calciato da Squillaci, grazie al tiro di Kamano. Ospiti in dieci per l’espulsione di Brandao, fallo su Pedro Mendes, il Bastia però riesce a conservare il vantaggio negli ultimi 12 minuti.

Per il Montpellier i tempi di gloria sono sempre più lontani, sembra passata una vita dal titolo vinto grazie ai gol di Giroud. Il presente è duro e, se il buongiorno si vede dal mattino, il futuro potrebbe essere ancora peggio. Il Montpellier crolla tra le mura amiche sotto i colpi dell’Angers, arrivato fresco fresco dalla Ligue 2. Abdoul Camara porta gli ospiri avanti dopo pochi secondi dal fischio d’inizio, gli uomini in maglia arancione sono sotto shock, Martin prova a scuoterli ma sulla sua strada c’è l’attento Butelle. Il numero uno dell’Angers fa il suo dovere pure sul tentativo di Mounier poco prima la sosta, nella ripresa arriva il raddoppio ospite, lo sigla Gilles Sunu. Berigaud colpisce la traversa a cinque dal termine, ultimo sussulto del match. Montpellier, svegliati subito o sarà un incubo. Il Nantes sistema la pratica Guingamp con molta fortuna dopo aver impegnato Adrien Thomasson in più occasioni. Per conquistare i tre punti serve un’autorete di Jeremy Sorbon praticamente allo scadere. La fortuna aiuta gli audaci, i Canarini stasera non si possono lamentare. Chiudiamo il resoconto della serata di Ligue 1 con il pari a reti bianche tra la matricola Troyes Gazelec Ajaccio. Scontro salvezza che vede i corsi soffrire nella prima parte del match e poi sprecare la palla match sul finire del primo tempo. Fallo di Jonathan Pereira, Larbi dal dischetto manda alto. Un punto per uno non fa male a nessuno.

Ligue 1, prima giornata

Bastia-Rennes 2-1
Marsiglia-Caen 0-1
Montpellier-Angers 0-2
Nantes-Guingamp 1-0
Nizza-Monaco 1-2
Troyes-Gazalec Ajaccio 0-0

About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.